Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home
Skip to content

Sondaggi

Che cosa vorresti trovare su sibari.info
  

Chi è online

Abbiamo 14 visitatori online
L’ASD Sibari torna a sorridere
Scritto da M.Sanpietro   
lunedì, 26 gennaio 2015 09:48
ImageDopo una serie di sconfitte e di pareggi finalmente la compagine sibarita agli ordini di Mr. Pasquale Maimone, giocatore e allenatore, sicuramente con un brillante futuro in quest’ultima veste, torna alla vittoria. Negli ultimi due incontri riesce a prevalere in casa col Mostarico-Trebisacce e in trasferta col Villaggio Frassa. Abbiamo notato che finalmente  i ragazzi sibariti hanno digerito i suggerimenti del mister ed hanno tenuto nelle due partite una condotta di gara completamente diversa l’una dall’altra. Il match col Mostarico iniziava male, in quanto il vecchio “leone” Partepilo su punizione da più di 30 metri riusciva a sorprendere “l’innocente” Occhiuzzi nei primi 15 minuti per ben due volte, creando così per i locali un handicap di ben due goals di scarto.
Leggi tutto...
Essere senza destino (libro)
Scritto da D.Maffia   
lunedì, 26 gennaio 2015 08:03
ImageLa letteratura sui campi di concentramento è ormai così immensa e così diffusa che si fa fatica a orientarsi tra libri autentici e libri “strumentali”, cioè nati con intenzioni esclusivamente politiche. Certo, quelli che ormai sono classici, cito almeno l’italiano Primo Levi, hanno dimostrato a quale grado infimo di aberrazione l’uomo scese all’epoca, e lo hanno fatto senza forzare la mano, limitandosi a raccontare le vicende con quella obiettiva maniera che le ha rese, ahimé indimenticabili. Ma una sorta di “resoconto” dettagliato, che non diventasse mai puro esercizio di cronaca, diario degli accadimenti, l’abbiamo con Essere senza destino di Imre Kertész, libro totalmente ignorato, in Ungheria, per moltissimi anni. Addirittura l’autore fu messo al bando e soltanto dopo la caduta del muro di Berlino ebbe la facoltà di uscire allo scoperto e farsi apprezzare.
Leggi tutto...
Vangelo di Domenica 25 Gennaio
Scritto da +V.Bertolone   
venerdì, 23 gennaio 2015 08:54
ImageDal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 1,14-20.  - Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva:  «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo». Passando lungo il mare della Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori.  Gesù disse loro: «Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito, lasciate le reti, lo seguirono.  Andando un poco oltre, vide sulla barca anche Giacomo di Zebedèo e Giovanni suo fratello mentre riassettavano le reti.  Li chiamò. Ed essi, lasciato il loro padre Zebedèo sulla barca con i garzoni, lo seguirono.(Nella seconda parte il foglio informativo curato da don MIchele Munno, parroco della Parrocchia di San Giuseppe in Sibari)
Leggi tutto...
In memoria di mia madre (poesia)
Scritto da F.Doni   
sabato, 24 gennaio 2015 21:40

Image
Leonardo,S.Anna e S.Maria
Dimmi mamma , a voce alta,

mio unico conforto ,

ora che sei a me più vicino,

se la carezza  che per prima mi hai donato

oggi e per sempre al mio cuore acceso

torna ancor dolce  e nel ricordo tuo

nessuna morte più  potrà negare ?

 L’ abbraccio che ti devo

è questo mio bacio di figlia ,

diventata madre .

Leggi tutto...
Papasso sul progetto di fusione
Scritto da Staff.redazione   
sabato, 24 gennaio 2015 08:18
ImagePapasso a Corigliano e Rossano: “Costruiamo insieme l’Area Vasta della Sibaritide” - Il Sindaco di Cassano All’Ionio, Giovanni Papasso, in una dichiarazione ha affermato quanto segue: “Sulla vicenda che ha interessato i vicini  Comuni  di Corigliano e Rossano,  riguardante la loro fusione in un unico Comune, volutamente, prima di oggi, nonostante le tante sollecitazioni ricevute in merito,  non ho espresso alcuna valutazione, né ho pensato di avanzare proposte, per non interferire nelle dinamiche e nelle decisioni democraticamente assunte, in piena autonomia, dai  rispettivi Consigli Comunali. Ho sempre però giudicato di chiusura l’atteggiamento di Corigliano e Rossano nei confronti di altri Comuni confinanti.
Leggi tutto...
Lutto per la cultura della Sibaritide
Scritto da A.M.Cavallaro   
giovedì, 22 gennaio 2015 06:11
ImageIeri sera, all'ospedale di Corigliano, è deceduto Pier Emilio Acri, un amico vero, sincero e leale.  Una persona di elevatissime virtù umane e spirituali, di notevole e non superficiale cultura. Appassionato ricercatore della storia locale che, con disinteressata dedizione, ha implementato e incoraggiato lo studio e la passione per la ricerca storica basata sui documenti e non sulle chiacchiere. Caro Pier Emilio da te ho imparato l'arte sublime dell'ironia sottile, di livello elevato mai fine a se stessa, sempre ricca di significati e di metafore intelligenti.  Fino a pochi giorni fa, al telefono, mi hai dato gli ultimi consigli per interpretare e trascrivere alcuni antichi documenti, a chi potrò rivolgermi ora? (In coda il ricordo di Giovanni Brandi Cordasco Salmena e il comunicato del Comune di Rossano)
Leggi tutto...
Truffati diversi commercianti
Scritto da Staff.redazione   
giovedì, 22 gennaio 2015 17:57
ImageSiamo proprio ridotti male se anche i truffatori si danno agli "affarucci" per poche decine di Euro. Ecco cosa è accaduto a Rossano, ma bisogna fare attenzione potrebbe capitare ovunque.  "Da qualche giorno ci giungono telefonate e segnalazioni sconfortanti di diversi commercianti del territorio, vittime dello stesso raggiro. Alcuni soggetti, non meglio identificati, spacciandosi  in nome e per conto delle organizzazioni Pro Loco o di altre sfere associative, setacciano il territorio con il tentativo di vendita di spazi pubblicitari fittizi.  Gli spazi vengono venduti per poche decine di euro, con la falsa promessa che la ragione sociale dell’attività commerciale sarebbe apparsa su locandine, cartine, manifesti, brochure o materiale pubblicitario vario. Incassano la modica cifra in contanti, o  in alcuni casi atitolo di acconto,  rilasciando ricevute fiscali fasulle con falsi contatti.  I malfattori promettono di ritornare, nei giorni seguenti, per la consegna di quanto ordinato e pagato.
Leggi tutto...
<< Inizio < Precedente 1 2 3 Prossimo > Fine >>