Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Meteo
Skip to content
UN PEZZO DI STORIA SIBARITA CHE VA VIA:GIUSEPPE VOCATURI PDF Stampa E-mail
Scritto da Martina   
domenica, 07 gennaio 2024 12:39
ImageCon la dipartitata di Giuseppe Vocaturi, per tutti "Mastu Peppe", si aggiunge all'empireo sibarita e ai ricordi del cuore un'altra stella, la cui vita ha segnato profondamente il nostro paese. Tutti ricorderanno il suo modo di fare poco diplomatico, per non dire brusco, ma la verità è che Mastu Peppe non amava mezzi termini, né le mandava a dire. Non tollerava il compromesso, e si schierava apertamente contro tutto quello che di sbagliato vedeva, o gli sembrava di vedere. Dietro una scorza intransigente, batteva un cuore d'oro, sempre disponibile per gli amici e per il proprio paese, attento a tutti quelli che lo interpellavano.

Era il Vice Presidente dell'associazione "S. Fortino", che si occupa del Presepe Vivente, tra i fondatori di questa tradizione presepiale per la quale ha speso forze ed energie, sottraendo tempo alla famiglia, perché, benché in maniera poco istituzionale, credeva fermamente nei valori comunitari che il presepe trasmette.
Mastu Peppe era una persona libera, incapace di incanalarsi in percorsi "ufficiali" se non quando li vedeva totalmente puri e scevri da logiche di bassalega, realtà rare ai giorni nostri.
Mastu Peppe era un uomo certamente testardo, di quella testardaggine tutta calabrese che non si smuove da certi princìpi, ma era soprattutto un uomo di parola, la parola per lui era sacra!
Lo ricorderemo come un uomo buono, di quelli che lasciano un vagone di cose buone da tenere a mente nella vita.
Mastu Pè, stamattina mi hai giocato un brutto, doloroso scherzo: il quadro con le nostre foto nel presepe che ci hai regalato, mi sorride triste dalla parete, ma ci deve spronare, tutti, in mezzo a questa povertà sempre più grave, a spenderci per il bene, per il bello, per l'unione.
Non vedrò più il tuo Pandino in giro per Sibari fermarsi ad informarsi e a consigliare, non ti accompagnerò più nei viaggi interminabili per preparare le grigliate festive, non riceverò più una nostra foto da te. Ci mancherai, ma tu che sei rimasto coi Magi a contemplare la Luce che non muore, aiutaci a consumarci per le verità che non tramontano.

La c erimonia funebre avrà luogo domani 8 Gennaio alle 15,30 presso la Chiesa di Gesù Buon Pastore a Sibari.

(La redazione di Sibari.info partecipa al dolore dei familiari e dei tanti amici che hanno apprezzato la sua grande umanità)

Nelle foto di Maurizio Guarino, il caro Giuseppe, attore nel Presepe vivente di Sibari, per il quale si era tanto speso.

Image

Image 

Prossimo >