Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow News arrow Comunicati Stampa arrow Ultimi comunicati del Comune di Cassano
Skip to content
Ultimi comunicati del Comune di Cassano PDF Stampa E-mail
Scritto da Staff.redazione   
giovedý, 12 gennaio 2017 11:13
ImageCASSANO: PAPASSO A ROSSANO E CORIGLIANO: “INSIEME COTRUIAMO LA CITTA’ DI SIBARI”.

“Bisogna andare oltre la fusione di due realtà come Rossano o Corigliano, ma metterci tutti  insieme e costruire la Città di Sibari” così il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso torna a parlare rivolgendosi ai colleghi sindaci di Corigliano e Rossano e a tutte le realtà del territorio che possono contribuire ad una crescita culturale ed economica.
“Non voglio, assolutamente, interferire con le decisioni prese nei Consigli Comunali, centro della più assoluta democraticità, delle città di Rossano e Corigliano, ma sono sempre più convinto che per creare prospettive concrete di sviluppo e di crescita dell’Area di Sibari bisogna intraprendere una collaborazione che interessi tutti i Comuni della fascia Jonica Sibarita, almeno tra quelli che insieme stanno redigendo il PSA e il Comune di Villapiana. Questi, infatti, sono accomunati tra loro da una serie di peculiarità e interessi comuni che devono servire per fare insieme squadra.
A tutelare questa tesi ci viene in aiuto anche la legge 56/2014 che incoraggia l’aggregazione territoriale.
Cassano, per tanto, non vuole impedire la fusione di realtà come Rossano e Corigliano ma vogliamo contribuire alla creazione della Città di Sibari che sicuramente può dare notevoli vantaggi alla Sibaritide a 360 gradi. Chiedo alle due macro aree di Corigliano – Rossano di fermarsi un attimo e valutare la possibilità di tendere la mano ad una collaborazione univoca e fattiva con tutta la realtà Sibarita dimostrando di avere a cuore le sorti ed il futuro della nostra collettività. Ciò permetterebbe di legare i territori su progetti fattivi, attraverso una forte concertazione per uno sviluppo unitario e per fare un salto di qualità, collaborando proficuamente.
Sicuramente l’unità sta alla base della crescita dei territori e se facessimo, ognuno di noi, proprio questo modo di agire collaborativo sicuramente si potranno ottenere molti più risultati.
La Città di Sibari sarebbe, a tutti gli effetti, una città metropolitana con tutte le conseguenze positive che ne deriverebbero.
Cassano All’Ionio 11 Gennaio 2017


RICHIESTO LO STATO DI CALAMITA’ NATURALE PER TUTELARE I COLTIVATORI DEL COMUNE DI CASSANO.

La Giunta Municipale, riunitasi sotto la presidenza del Sindaco Giovanni Papasso, ha provveduto a deliberare una richiesta indirizzata alla Regione Calabria sul riconoscimento dello stato di calamità naturale a seguito delle avverse condizioni climatiche degli ultimi giorni.
Infatti, è stato riscontrato che il repentino calo delle temperature ha provocato danni diretti alle colture arboree, ortofrutticole e alle strutture.
“Si tratta è trattato– ha spiegato il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso – di una delibera necessaria e urgente poiché il nostro territorio, prevalentemente ad ispirazione agricola, sta subendo notevoli danni visto le gelate degli ultimi giorni. Disagi causati a colture arboree, ortofrutticole e alle strutture stesse che sono state piantante ma che non sono tolleranti a tali temperature. Per tanto, la macchina comunale, sempre in azione, nella giornata di ieri, quando  mi sono recato a Germaneto di Catanzaro, nella sede dell’Unità Operativa di Protezione Civile per firmare un Protocollo di intesa che ha permesso al Comune di Cassano di ottenere un finanziamento di 100.000 euro per la messa in sicurezza dell’argine del Torrente Raganello, nel mio interloquire con il capo con i dirigenti dell’Assessorato all’Agricoltura ho posto la questione attuale del territorio cassanese interessato dalle ultime condizioni climatiche avverse. Davanti a questi fenomeni, giunti in un territorio dal clima mite, si creano condizioni che possono essere estremamente dannose per le produzioni.
Il Sindaco Papasso fa sapere ai soggetti operanti nel mondo agricolo del Comune di non sentirsi soli perché hanno al loro fianco l’Amministrazione Cassanese che vuole tutelare le specificità produttive del territorio che vengono esportante anche fuori Regione e ha a cuore le realtà lavorative delle stesse.
Cassano All’Ionio 10/01/2017


IN ARRIVO IL FINANZIAMENTO DI 130.000 EURO PER L’ACQUISTO DELLA DRAGA CHE CONTRIBUIRA’ AL DISINSABBIAMENTO DEL CANALE DELLO STOMBI. IL PLAUSO DEL SINDACO PAPASSO.

È stato iscritto nel Registro dei decreti dei Dirigenti della Regione Calabria il Contributo straordinario di 130.000 euro concesso al Comune di Cassano All’Ionio per l’acquisto di una draga aspirante che contribuirà a risolvere il problema del disinsabbiamento del canale dello Stombi e garantire la navigabilità dello stesso canale e del porto turistico dei Laghi di Sibari. Lo ha annunciato il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso che ha dichiarato: “Ringrazio vivamente il Consigliere regionale Mimmo Bevacqua al cui rinnovo la mia stima e il sentimento di gratitudine della comunità che ho l’onore di guidare. L’annuncio da parte dell’onorevole Bevacqua di aver individuato nel Comune di Cassano come destinatario del finanziamento era avvenuto sul finire del mese di agosto durante una conferenza stampa presso un noto albergo del complesso turistico dei Laghi di Sibari. Oggi arriva l’ufficialità del conferimento del finanziamento.
La draga è un automezzo galleggiante mobile su cui è presente una macchina per l'escavazione subacquea dei fondali di porti, canali, fiumi o laghi, con lo scopo di renderli più profondi, permettendo, quindi, l'accesso a navi e imbarcazioni di maggiori dimensioni, o con lo scopo di asportare sedimenti come ghiaia, sabbia e altro che si sono depositati per via dei fenomeni di insabbiamento, rendendo meno sicura la navigazione.
“Era il 25 novembre 2015” ricorda Papasso“quando ci ritrovammo a discutere con l’onorevole Bevacquadella questione del Canale dello Stombi e dell’annoso problema dell’insabbiamento e a lui spiegammo che la provincia spendeva 1.000.000 di euro per i lavori di disinsabbiamento. Da qui in lui è nata la volontà di dotare i Laghi di Sibaridi un macchinario utile che in sinergia con il consorzio di Bonifica potesse garantire la navigabilità del Canale 365 giorni l’anno".    “Ho accolto, a suo tempo, di buon grado la proposta di Mimmo Bevacqua” dice ancora Papasso“di voler intercedere per ottenere il finanziamento necessario per l’acquisto di una draga. La storia del canale dello Stombi da quando ci siamo insediati è migliorata. Infatti, la capitaneria di porto ha emanato l’ordinanza di navigabilità del canale nell’estate del 2015 e a oggi ancora è aperta e noi ci impegneremo sempre più affinché questa non venga mai revocata. Tutto ciò grazie anche al lavoro encomiabile che sta svolgendo il Consorzio di Bonifica di Trebisacce egregiamente guidato dal dottor Blaiotta".
Cassano All’Ionio 10/1/2017


IN ARRIVO 100.000 EURO PER IL RIPRISTINO DELL’ARGINE DEL TORRENTE RAGANELLO. STAMANI IN REGIONE IL SINDACO PAPASSO HA SIGLATO LA CONVENZIONE CON IL DIRIGENTE DELLA PROTEZIONE CIVILE CARLO TANSI.

Il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso si è recatopresso la sede dell’unità Operativa di Protezione Civile, sita a Germaneto di Catanzaro, per firmare, alla presenza del Dirigente dell’Unità Operativa della Protezione Civile Dott. Carlo Tansi, una convenzione che regola i rapporti tra la Regione Calabria – Dipartimento Presidenza – UOA Protezione Civile e gli Enti beneficiari dei “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici che nei giorni dal 29 Gennaio al 2 Febbraio 2015 hanno colpito il Territorio delle Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone e che nel periodo dal 22 Febbraio al 26 Marzo 2015 hanno colpito il territorio dei comuni ti Petilia Policastro in provincia di Crotone, di Scala Coeli e Oriolo Calabro in provincia di Cosenza e di Canolo  e Antonimina in provincia di Reggio Calabria”. Tra questi anche il Comune di Cassano All’Ionio.
Dopo la firma formale della Convenzione il Sindaco Papasso ha dichiarato: “Ringrazio il Governatore della Calabria Mario Oliverio e il Dirigente dell’Unità Operativa di Protezione Civile, dott. Carlo Tansi, per aver tenuto conto, durante l’approvazione complessiva del Piano degli interventi, della nostra richiesta di stato d’emergenza per gli accadimenti metereologici che hanno interessato il territorio del cassanese e destinato la somma di 100.000 euro al ripristino dell’argine e delle strutture di salvaguardia del Fiume Raganello, in localitàVenicelle. Tramite questo tipo di interventi oltre alla salvaguardia del territorio comunale si va a tutelare il territorio agricolo peculiarità del comune di Cassano All’Ionio.
L’importante sigla di questa mattina – ha detto ancora il Sindaco Papasso – la si può leggere sotto una duplice valenza, da un lato è stato un momento di confronto con altri primi cittadini che hanno subito ingenti danni e su cui si è discusso ampiamente sulle strategie di contrasto ai vari dissesti idrogeologici che interessano i nostri territori, dall'altro offre all'Ente la possibilità di ottenere mezzi monetari utili, in questo caso, per il ripristino dell’argine del Torrente Raganello e ciò è molto importante visto il particolare momento storico che stiamo vivendo per garantire un agire amministrativo dinamico al reperire fondi senza intaccare il bilancio comunale.
Cassano All’Ionio 09/01/2017
< Precedente   Prossimo >