Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Amici,fatti, curiositÓ arrow Renzi fa marcia indietro, torna su Oliverio
Skip to content
Renzi fa marcia indietro, torna su Oliverio PDF Stampa E-mail
Scritto da M.Silenzi Viselli   
sabato, 26 novembre 2016 08:18
ImageRENZI HA DECISO: DE LUCA ED OLIVERIO SARANNO COMMISSARI DI SE STESSI - Renzi ha elaborato una nuova ed originale idea politica. Un Presidente di Regione gestisce male il settore Sanità? Bene, lo stesso Presidente potrà nominare se stesso Commissario preposto al suo risanamento. La geniale soluzione era lì, sotto gli occhi di tutti, e nessuno ci aveva pensato. E dire che non mancavano esempi in grado di indirizzare la politica verso questa rivoluzionaria proposta. Prendiamo il caso delle crisi bancarie. Quando si è evidenziato che certi consigli di amministrazione avevano dilapidato il patrimonio, truffato i sottoscrittori di obbligazioni, prestato soldi a cognati spiantati ed amici politici perdigiorno: si è prontamente intervenuto per salvaguardare gli artefici del disastro.
La più antica banca italiana, il Monte dei Paschi di Siena, aveva prosperato per 500 anni? Sono bastati pochi anni di scellerate interferenze politiche per ridurla ad uno stato comatoso? Quale migliore soluzione si prospetta, se non quella di farla acquisire totalmente al potere politico statale?

Sarebbero bastati questi esempi per immaginare quale potesse essere la soluzione a certe disfunzioni.

Ora si aprono infinite praterie operative.

Un Comune si trova in dissesto finanziario per le scelte scellerate del Sindaco e della sua Giunta? Basterà affidare il commissariamento proprio allo stesso Sindaco e Giunta.

Un Comune viene infiltrato da esponenti mafiosi? Basterà nominare commissario il padrino locale.

Questa elegante soluzione riformatrice la si potrà applicare, già si sussurra, anche a livello di politica nazionale. Renzi ha trascinato la nazione a dividersi su una schifezza di riforma costituzionale? Tralasciando qualsiasi possibile progetto di riduzione della spesa, rilancio economico, sostegno alla ricerca? Ha dimostrato di non avere nemmeno la capacità di poter gestire una rivendita di giornali? Bene, già alcuni prospettano un suo reincarico per risanare il disastro nazionale.

Ma, parliamoci chiaro, si tratta solo di un ventilato percorso legato alla sciagurata ipotesi di una vittoria del No al Referendum. Va da sé che bastaunSì per fugare la necessaria applicazione del nuovo principio, e permettere al nostro campioncino di terminare serenamente il lavoro.

E, con la trionfale vittoria del Sì, come incitava il povero Enzo Tortora nella sua mitica trasmissione radiofonica, staremo: "In gamba, col gambero!".

Oppure, come profeticamente titolava l'altra di Renzo Arbore, andremo: Indietro tutta!

Del resto anche Vittorio Gassman sulla copertina di un suo libro prevedeva che avremmo avuto: Un grande avvenire dietro le spalle.

Maurizio Silenzi Viselli
< Precedente   Prossimo >