Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Spirito e Fede arrow Vangelo di Domenica 30 Ottobre 2016
Skip to content
Vangelo di Domenica 30 Ottobre 2016 PDF Stampa E-mail
Scritto da don M.Munno   
venerdý, 28 ottobre 2016 07:49
ImageDal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 19,1-10.  In quel tempo, Gesù entrato in Gerico, attraversava la città. Ed ecco un uomo di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere quale fosse Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, poiché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per poterlo vedere, salì su un sicomoro, poiché doveva passare di là. Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zaccheo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». In fretta scese e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: «E' andato ad alloggiare da un peccatore!». Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: «Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto». Gesù gli rispose: «Oggi la salvezza è entrata in questa casa, perché anch'egli è figlio di Abramo; il Figlio dell'uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto».

Image 

Viale magna grecia, 1 – 87011 Cassano all’Ionio (CS) – Tel. 098174014

 

 “in-formati”

Foglio settimanale parrocchiale

di formazione e informazione

 

30 OTTOBRE – 6 NOVEMBRE 2016

 

camminando insieme

 

 Image

 

 

 

 

 

 

Riflettiamo “insieme” sulla Parola di Dio della Domenica

30 Ottobre 2016

XXXI Domenica del Tempo Ordinario – C

(Sap 11,22 - 12,2; Sal 144; 2Ts 1,11 - 2,2; Lc 19,1-10)

 

Alla preghiera umile e fiduciosa del pubblicano nel tempio (“O Dio, abbi pietà di me peccatore”)  che ci è stata presentata nella pagina del Vangelo di domenica scorsa, la liturgia di questa XXXI domenica del tempo ordinario fa seguire il racconto dell’incontro tra un altro pubblicano, di nome Zaccheo, e Gesù. Nel cuore di questi pubblicani, nonostante la consapevolezza del proprio peccato, è presente una certa “nostalgia” di Dio, un “desiderio” che spinge il primo a salire al tempio e Zaccheo a salire su un albero di Sicomoro.

Mentre dell’umile personaggio di domenica scorsa ci veniva detto solo il suo essere “pubblicano”, di Zaccheo l’Evangelista Luca annota alcuni elementi che aggravano, in qualche modo, il suo “status”: capo dei pubblicani e ricco. Due elementi che denotano non solo il suo stato di corruzione morale, ma che erano anche elementi di disprezzo da parte degli altri!

Ebbene, anche nel cuore di quest’uomo peccatore e corrotto, di quest’uomo “basso” per la sua statura fisica e morale, c’è qualcosa che lo spinge a “vedere”, a “cercare”. Il suo “desiderio” è, però, ostacolato dalla “folla”! Probabilmente è una “folla” che continua a rinfacciare, consapevolmente o inconsapevolmente, a Zaccheo il suo essere peccatore, corrotto, un “poco di buono”!

Potrebbe anche essere una folla che vorrebbe in qualche modo spegnere nel cuore di Zaccheo il desiderio di cercare, di vedere, suggerendogli che, in fondo, egli stia bene così, che non ha bisogno di cambiare, che deve “omologarsi” al resto degli “infelici”, i quali non solo “non cercano” o “cercano male”, ma che non vogliono che altri “osino un di più”, perché l’osare degli altri denuncerebbe e metterebbe a nudo l’infelicità e l’insoddisfazione di fondo. Una folla che giudica, che trattiene, che guarda con sospetto, che ostacola l’incontro con Gesù!

Il desiderio di Zaccheo, tuttavia, vince la paura e il giudizio degli altri ... egli sale! E, mentre cerca, si sente cercato! Sì, perché, Dio, in Gesù, è venuto alla ricerca di ciascuno di noi, e venuto a cercare e trovare “gli smarriti”! Come dev’essersi sentito amato Zaccheo nel momento in cui ha avvertito su di sé lo sguardo di Gesù, uno sguardo che Gesù continuamente rivolge verso ciascun uomo e ciascuna donna, uno sguardo carico d’Amore gratuito, pronto a donarsi totalmente, senza richiedere nulla in cambio! Uno sguardo che ci riporta all’origine, quando Dio “vide che era cosa molto buona”!

Quando una persona si sente guardata e amata così, senza giudizi e pregiudizi, senza richieste e senza esigenze, proprio allora può avvertire la presenza di Dio che l’invita a fargli spazio in “casa” propria!

E quando Gesù entra nella vita di una persona, nella sua “casa”, proprio allora e solo allora accade il “cambiamento”, come per Zaccheo, che a motivo di Gesù, dopo averlo incontrato, dopo averGli permesso di entrare in casa propria, pone gesti di cambiamento e di conversione!

Spesso noi siamo portati o abituati a pensare che sia necessario fare qualcosa per “meritare” la presenza di Gesù, in verità basta intuire di essere cercati e amati da Lui, basta spalancarGli le porte della nostra casa, della nostra vita e proprio allora potremo “fare qualcosa”: amare e perdonare perché prima si è fatta l’esperienza di essere amati e perdonati da Lui!

Se non cambiamo “logica” rischiamo di essere cristiani tristi e risentiti, rischiamo di far parte della folla anonima, che mormora e blocca processi di incontro con il Signore!

Permettiamo al nostro cuore di cercare liberamente l’incontro con Colui che, per primo, desidera incontrarci e rendere bella, buona, desiderabile, piena, eterna la nostra vita! Amen.

 

AVVISI

 

- Da DOMENICA 30 OTTOBRE la S. Messa vespertina sarà celebrata alle ore 17:30.

 

- Ogni LUNEDÌ E GIOVEDÌ, dalle ore 19:00 alle ore 20:00, si tengono, presso il salone della chiesa “Sant’Eusebio” le CATECHESI per GIOVANI E FAMIGLIE.

 

- Com’è ormai tradizione, anche quest’anno, per il 31 ottobre, vigilia della festa di Tutti i Santi, i ragazzi, gli adolescenti e i giovani della Parrocchia proporranno un momento di aggregazione e di festa, in ALTERNATIVA AD HALLOWEEN. I genitori cristiani sono vivamente invitati a non organizzare e a non permettere ai propri figli di partecipare ad eventi legati ad halloween, “festa” completamente estranea alla tradizione cristiana.

 


 

DOMENICA 30 OTTOBRE verde

 

Ë XXXI DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Liturgia delle ore terza settimana

Sap 11,22 - 12,2; Sal 144; 2Ts 1,11 - 2,2; Lc 19,1-10

Benedirò il tuo nome per sempre, Signore

Ore 8,30 – Chiesa “S. Giuseppe”: S. MESSA

Def. Nicola, Giuseppe, AnnaMaria

 

Ore 11,00 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Pro populo

 

Ore 17,30 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Def. Alfredo (1° anniversario)

 

LUNEDI’ 31 OTTOBRE verde

 

Liturgia delle ore terza settimana

Fil 2,1-4; Sal 130; Lc 14,12-14

Custodiscimi presso di te, Signore, nella pace

 

Ore 17,30 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Def. Caterina, Peppina, Filomena

Ore 19,00 – SALONE “S. EUSEBIO”:

CATECHESI PER GIOVANI E FAMIGLIE

Ore 20,30 – SALONE “S. GIUSEPPE”:

FESTA DEI SANTI

MARTEDI’ 1 NOVEMBRE bianco

 

Ë TUTTI I SANTI - Solennità

Liturgia delle ore propria

Ap 7,2-4.9-14; Sal 23; 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12a

Ecco la generazione che cerca il tuo volto, Signore

 

 

Ore 8,30 – Chiesa “S. Giuseppe”: S. MESSA

Ad mentem

 

Ore 11,00 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Pro populo

 

Ore 17,30 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Def. Gianluca

MERCOLEDI’ 2 NOVEMBRE viola

 

COMMEMORAZIONE DI TUTTI

I FEDELI DEFUNTI

Liturgia delle ore propria

 

 

Ore 8,30 – PIAZZALE DELLA STAZIONE:

S. MESSA - Ad mentem

 

Ore 11,00 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Per tutti i fedeli defunti

 

Ore 17,30 – Chiesa “S. Giuseppe”: S. MESSA

Secondo le intenzioni del Sommo Pontefice

 

GIOVEDI’ 3 NOVEMBRE verde

 

Liturgia delle ore terza settimana

Fil 3,3-8a; Sal 104; Lc 15,1-10

Gioisca il cuore di chi cerca il Signore

Ore 15,30 in poi – “S. Giuseppe”: CATECHISMO

Ore 17,30 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Def. Teresa

Ore 19,00 – SALONE “S. EUSEBIO”:

CATECHESI PER GIOVANI E FAMIGLIE

 

VENERDI’ 4 NOVEMBRE bianco

 

Liturgia delle ore terza settimana

S. Carlo Borromeo - memoria

Fil 3,17 - 4,1; Sal 121; Lc 16,1-8

Andremo con gioia alla casa del Signore

 

Ore 15,00 – Chiesa “S. Giuseppe”:

PREGHIERA NELL’ORA DELLA MISERICORDIA

Ore 15,30 in poi – “S. Giuseppe”: CATECHISMO

Ore 17,30 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Def. Giuseppe (ore 18:00)

SABATO 5 NOVEMBRE verde

 

Liturgia delle ore terza settimana

Fil 4,10-19; Sal 111; Lc 16,9-15

Beato l’uomo che teme il Signore

Ore 8,30 – Chiesa “S. Giuseppe”: S. MESSA

Def. Giuseppe, Rocco, Mario, Vincenzo

Ore 15,30 in poi – “S. Giuseppe”: CATECHISMO

Ore 17,30 in poi – “S. Giuseppe”:

GIOVANISSIMI E GIOVANI (P. Angelo Sardone)

 

DOMENICA 6 NOVEMBRE verde

 

Ë XXXII DOMENICA TEMPO ORDINARIO

Liturgia delle ore quarta settimana

2Mac 7,1-2.9-14; Sal 16; 2Ts 2,16 - 3,5; Lc 20,27.34-38

Ci sazieremo, Signore, contemplando il tuo volto

 

Ore 8,30 – Chiesa “S. Giuseppe”: S. MESSA

Def. Carmine, Letizia

 

Ore 11,00 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Pro populo

 

Ore 17,30 – CHIESA “S. EUSEBIO”: S. MESSA

Def. Leonardo

< Precedente   Prossimo >