Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Ambiente e salute arrow MalasanitÓ, forse? Cattiva stampa sicuramente!
Skip to content
MalasanitÓ, forse? Cattiva stampa sicuramente! PDF Stampa E-mail
Scritto da A.Della Ragione   
giovedý, 14 gennaio 2016 07:36
ImageLa notizia della morte di una giovane diciannovenne mentre si sottoponeva in ospedale ad una interruzione di gravidanza addolora tutti, fatalità o errore medico poca importa. Ma la campagna mediatica che giornali e televisioni imbastiscono sull’episodio lascia perplessi. I titoli cubitali: malasanità, quando ancora si ignorano le cause del decesso e poi il solito copione, dal ministro che manda gli ispettori alla famiglia che sporge denuncia, dalle minacce ai medici ai cori di biasimo dei benpensanti, perché quando si parla di aborto, anche se praticato nel rispetto della legge, si tocca un nervo scoperto della morale e della religione.

E tutto questo mentre al pronto soccorso dell’ospedale incriminato, il Cardarelli, il più grande del sud Italia, per avere non un letto, non una barella, ma una semplice sedia dove attendere le cure si aspettano ore, abbandonati al proprio destino.

Achille della Ragione

Image
un corridoio del Cardarelli
Recentemente un mio parente, abitante nell'entroterra napoletano, è stato costretto al ricovero urgente presso il Cardarelli per una grave forma leucemica che lo ha portato poi alla morte. Ebbene i figli e la moglie dopo due notti trascorse in un angolo del pronto soccorso con pochissime attenzioni verso il loro congiunto, si son visti prospettare finalmente la possibilità di accedere al reparto interno a condizione che il malato accettasse di essere "sistemato" su di una barella nel corridoio del reparto stesso. 

Alle giuste proteste dei figli un infermiere commentò che bisognava pure essere contenti di questa sistemazione, perchè altri stavano da giorni su sedie-straio portate da casa.

Il Ministro mandasse gli ispettori per queste gravissime lacune e non solo per cercare colpevoli a tutti i costi. Ovviamente questo vale anche per tutti gli ultimi casi di decesso in diversi nosocomi italiani e non solo nel Sud.

Antonio Michele Cavallaro

< Precedente   Prossimo >