Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Agricoltura arrow Il KIWI entra nell'agricoltura sibarita
Skip to content
Il KIWI entra nell'agricoltura sibarita PDF Stampa E-mail
Scritto da Staff.redazione   
venerdý, 10 aprile 2015 08:48
ImageIl 17 Aprile 2015 alle ore 11.00 - Presso la sede della cooperativa OSAS - Campoverde verrà presentato il piano frutticolo di riconversione del gruppo OSAS - Campoverde e l’accordo strategico con il gruppo Agrintesa - Alegra.
Alla produzione di pesche e kiwi è demandata la crescita di un’ampia e consistente fetta del mercato ortofrutticolo calabrese, come dimostra l’accordo tra OSAS e Agrintesa, colossi del mondo cooperativo, che hanno deciso di investire insieme sul rilancio del kiwi nell’area di Sibari e Castrovillari, con un investimento di oltre 40 milioni di euro e un piano che a regime vedrà riqualificati 700 ettari di territorio per la coltura del kiwi. “L’accordo – spiega Giuseppe Nola, presidente della OSAS – risponde innanzitutto ad un nostro programma di diversificazione varietale, che ci spinge verso le produzioni di kiwi. Le varietà coltivate dai produttori dell’area di Rosarno hanno dimostrato  di potere raggiungere ottimi livelli qualitativi e di essere ben valorizzate dal mercato.   L’accordo con Agrintesa ci permette di condividere una importante esperienza sul kiwi, favorendone il  rilancio.  Complessivamente, si tratta di un’azione che si inserisce nella crescita e specializzazione della filiera italiana del kiwi, produzione di punta della nostra ortofrutta”.
 
L’intesa tra le due realtà cooperative, infine, darà ad OSAS la possibilità di rafforzare i rapporti con la grande distribuzione organizzata italiana. Di fatto, grazie alla collaborazione con Alegra, kiwi, pesche, nettarine, clementine e arance calabresi prodotte dalla Cooperativa OSAS, ed ovviamente la nuova produzione di kiwi, potranno competere al meglio nel mercato interno e ampliare la presenza sui mercati esteri, limitando molto le variabili di rischio del passato. Una grande opportunità per far conoscere la qualità e le peculiarità delle produzioni agricole calabresi.

Tutti i dettagli del piano saranno presentati nel corso dell’incontro, alla presenza dei presidenti Giuseppe Nola di OSAS e Raffaele Drei di Agrintesa, del presidente di Confcooperative Calabria Camillo Nola, del presidente nazionale di Confcooperative Maurizio Gardini, del presidente della Regione Calabria Mario Oliverio e del ministro per le politiche agricole e forestali Maurizio Martina.
< Precedente   Prossimo >