Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Banche-Economia-Tasse arrow ASSEMBLEA SOCI DELLA BCC MEDIOCRATI
Skip to content
ASSEMBLEA SOCI DELLA BCC MEDIOCRATI PDF Stampa E-mail
Scritto da F.Bria   
mercoledý, 07 maggio 2014 07:45

Image

 

I soci della BCC Mediocrati si riuniranno domenica 11 maggio 2014 al Centro Distribuzione Malizia di Montalto Uffugo per svolgere l’Assemblea ordinaria dell’Istituto.

I lavori saranno aperti dal presidente del CdA, Nicola Paldino, alle ore 9,00.All’ordine del giorno, l’approvazione del bilancio 2013 che, per la prima volta, viene certificato dalla società di revisione esterna KPMG.

L’Assemblea annuale, abitualmente molto partecipata, riunisce gli oltre 5500 soci della banca e rappresenta il momento di più alta condivisione e di concreta realizzazione del principio della democrazia cooperativa (una testa, un voto).

Al 31.12.2013 la BCC Mediocrati operava con 21 filiali e 139 dipendenti, a seguito della fusione per incorporazione della ex BCC Banca dello Jonio di Albidona.

Il valore aggiunto prodotto nell’anno, compreso un utile di 1.000.493 , è stato di € 14.462.961 (€13.337.361,50 nel 2012).

Per una cooperativa a responsabilità sociale, come la BCC Mediocrati, è questo il risultato di riferimento poiché non è solo un indicatore della ricchezza economica prodotta per l’azienda ma è, soprattutto, un modo per rilevare i vantaggi prodotti dalla Banca in relazione ai suoi diversi portatori di interesse (i cosiddetti stakeholder, che la Mediocrati ha identificato in: soci, clienti, dipendenti, fornitori, istituzioni, comunità locale; sistema del credito cooperativo; ambiente e generazioni future).

Ai soci della BCC Mediocrati sono attribuiti vantaggi bancari ed extrabancari, tra i quali è incluso anche il ristorno, cioè la quota degli utili che la Banca, in quanto cooperativa a mutualità prevalente, distribuisce ai propri soci in proporzione ai rapporti intrattenuti con l’Istituto. La quota di ristorno relativa al bilancio 2013 è pari ad € 109.365,63.

< Precedente   Prossimo >