Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow News arrow Articoli di Stampa arrow Zichichi a Cosenza il 28 Marzo
Skip to content
Zichichi a Cosenza il 28 Marzo PDF Stampa E-mail
Scritto da S.Gambaro   
mercoledý, 26 marzo 2014 07:27
ImageL’11 ottobre del 2013 fu all’ultimo momento, costretto a cancellare la sua visita a Cosenza, concordata per partecipare all’inaugurazione del Laboratorio che ospita il Telescopio del Liceo Scientifico “Scorza” per la rilevazione e lo studio dei raggi cosmici, costruito al Cern di Ginevra, a novembre del 2012, da un team composto da cinque studenti dello stesso Liceo. Ma il prossimo venerdì prenderà parte all'inaugurazione e dunque arriverà a Cosenza trent’anni dopo la sua prima visita avvenuta nel 1984. Il grande fisico Antonino Zichichi alle 11,30, terrà una conferenza nell’Aula Magna dello “Scorza”, sul tema “Portare la scienza nel cuore dei giovani”.Ad accogliere il fisico siciliano sarà, alle ore 10,30, il Dirigente scolastico del Liceo “Scorza” Mario Nardi. Subito dopo, i saluti delle autorità cittadine. Prevista la partecipazione del Sindaco Mario Occhiuto, dell’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Mons.Salvatore Nunnari, del Prefetto Giancarlo Tomao, del Presidente della Provincia Mario Oliverio. L’Università della Calabria sarà rappresentata dal Prof.Riccardo Barberi, Direttore del Dipartimento di Fisica, la Regione Calabria dall’Assessore alla Cultura Mario Caligiuri, la Direzione Scolastica Regionale dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale Nicola Penta. Prima della Conferenza del prof. Zichichi previsti gli interventi dei professori Letizia Cersosimo e Franco Mollo.

Il programma dettagliato della visita di Zichichi a Cosenza è stato illustrato ieri mattina alla Commissione cultura di Palazzo dei Bruzi, presieduta da Claudio Nigro, dal Comitato Organizzatore dell’evento, rappresentato dal Dirigente scolastico del Liceo “Scorza” Mario Nardi e dal Prof. Franco Mollo. Presenti all’incontro, oltre al Presidente Nigro e alla Vice Presidente della Commissione cultura Maria Lucente, anche i consiglieri comunali, membri dell’organismo consiliare, Mimmo Frammartino, Francesco Caruso e Francesco Perri.

Il Dirigente scolastico Nardi ha spiegato che “la presenza di Zichichi, oltre che recuperare la visita programmata nell’ottobre del 2013 e poi annullata, va inquadrata nell’ambito delle fasi di ulteriore sviluppo del progetto EEE (Extreme Energy Events), finanziato dal Centro “Enrico Fermi” di Roma ed al quale partecipano in tutta Italia 40 scuole di cui soltanto due in Calabria (lo “Scorza” di Cosenza ed il “Fermi” di Catanzaro).” Obiettivo del Progetto è quello di capire dove, quando e come nascono i “raggi cosmici” primari che costituiscono la “cenere” del Big Bang e viaggiano per milioni e milioni di anni a partire dalle zone più remote dello spazio, ben oltre la Luna, il Sole e le Stelle visibili a occhio nudo. Questo progetto vuole affidare allo studio degli eventi cosmici di altissima energia (Extreme Energy Events) il compito di portare la Scienza nel cuore dei giovani. E sarà questo l’obiettivo primario della conferenza che il prof.Zichichi terrà davanti agli studenti dello “Scorza”, ma anche davanti a tutti gli altri studenti delle scuole cosentine “perché - ha ribadito il preside Nardi – è importante estendere la conoscenza di questa esperienza il più possibile e non tenerla chiusa nel recinto della propria scuola”.

Bisogna infondere nei ragazzi la passione. Un imperativo categorico di cui è sempre più convinto il prof. Franco Mollo, per molti anni docente di fisica allo scientifico “Scorza” e tra gli artefici principali della visita di Zichichi a Cosenza. “Scopo del progetto – ha sottolineato Mollo – è quello di creare una vera e propria rete tra scuole per monitorare i raggi cosmici, produrre nel lungo periodo una mappatura delle radiazioni che arrivano sulla terra e comprendere il loro impatto sull’ambiente e sulla metereologia.” Un accordo di rete in tal senso è stato già siglato a Cosenza tra lo “Scorza”, il Liceo Classico “B.Telesio”, il Liceo “Lucrezia Della Valle” e l’Istituto di Istruzione superiore “Guarasci” di Rogliano. Apprezzamento per l’arrivo di Zichichi a Cosenza e per la meritoria attività svolta dal Liceo Scientifico “Scorza” è stato espresso da tutta la Commissione Cultura.

“E’ compito della nostra istituzione – ha detto Mimmo Frammartino – allargare gli orizzonti e fare da cassa di risonanza ad un avvenimento scientifico di questa portata.” Gli ha fatto eco Maria Lucente. “Quando una scuola si cimenta con una progettualità del genere significa far entrare i ragazzi in un percorso serio e foriero di buoni risultati.” Sulla stessa lunghezza d’onda Francesco Caruso e Francesco Perri per i quali la visita di Zichichi “dà lustro alla città” ed “è per Cosenza motivo di grande orgoglio”.

Fonte: Simona Gambaro  -  http://www.quicosenza.it

< Precedente   Prossimo >