Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Letteratura arrow LIBRI arrow Un libro sulla politica calabrese
Skip to content
Un libro sulla politica calabrese PDF Stampa E-mail
Scritto da A.M.Cavallaro   
venerdý, 07 febbraio 2014 13:31

ImageSperando di far cosa gradita ai nostri visitatori, segnaliamo la presentazione del libro “Onorevole sarà lei, conversazioni politiche al tempo del disonore”, scritto a quattro mani da Mimmo Talarico e Franco Dionesalvi, che si terrà a Corigliano Scalo, c/o la Libreria Aurora (Edicolè di via Nazionale),  Domenica 9 febbraio alle ore 17:30. Edito sabbiarossa EDIZIONI, illustrato con l’opera originale di Caterina Luciano, “onda bianca”, un’onda che travolge Palazzo Campanella. Il libro racchiude la conversazione tra un giornalista, Franco Dionesalvi, e un “infiltrato della politica”, come si definisce Mimmo Talarico, consigliere regionale di opposizione.

“Il libro è lo spunto per partire dallo tsunami che si è abbattuto sul Consiglio della Regione Calabria e ampliare l’orizzonte tra ciò che la politica dovrebbe essere e ciò che invece è diventata. Una conversazione agile, che entra in profondità alla radice dello scollamento profondo tra la società calabrese e i suoi rappresentanti, tra quello che un tempo è stato il popolo della sinistra e i gruppi dirigenti che hanno tradito, troppo spesso, ideali e aspettative.Riflessioni, aneddoti, episodi inediti, nomi e cognomi, originali chiavi di lettura per comprendere meglio la storia politica calabrese degli ultimi anni: un percorso e una sintesi perfettamente riassumibili nella frase di Aristotele “l’uomo è per natura un animale politico”.

Come si vive il disprezzo della gente verso la politica attuale? È possibile andare oltre il blackout informativo in cui la “caccia al politico” è l’unico modo per consolidare l’audience? Esiste una politica “buona”, in cui il rapporto stretto e diretto tra rappresentanti ed elettori non sia per sua natura “clientelare”? Qual è la giornata tipo di un consigliere regionale? Com’è possibile che il flusso di risorse di cui la Calabria ha goduto abbia prodotto così scarsi risultati? Cosa c’è alle radici della crisi del centrosinistra calabrese e, soprattutto: esiste una via d’uscita? Com’è possibile che lo sperpero di risorse da parte di gruppi e strutture regionali abbia iniziato ad avere un limite solo dopo l’intervento della magistratura? Sono solo alcune delle domande che segnano il percorso dei due autori, capaci di prendere per mano il lettore e accompagnarlo all’interno di quelle stanze chiuse in cui si dovrebbe decidere il futuro di un territorio e invece si combatte gli uni contro gli altri per consolidare il futuro personale.

Il libro non si limita a rappresentare lo scollamento – ormai una voragine – tra chi abita il Palazzo e le emergenze del territorio e dei cittadini: si addentra nell’analisi di ciò che dovrebbe essere fatto, subito. Un’analisi che si basa su molti esempi “meridionali”, partendo dal vento dell’antipolitica che ha rivoluzionato il panorama nazionale e locale per individuare, dagli errori della classe dirigente, un nuovo percorso in grado di dare risposte concrete.”

Un libro che, secondo noi, non deve mancare sul comodino, da leggere magari appena svegli per farci riflettere con ponderatezza sullo sfascio politico di cui siamo vittime non totalmente innocenti.

 Antonio M. Cavallaro

< Precedente   Prossimo >