Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Amici,fatti, curiositÓ arrow Che cos'Ŕ il "BIORITMO"?
Skip to content
Che cos'Ŕ il "BIORITMO"? PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
domenica, 24 marzo 2013 07:50
Image
Sigmund Freud e Wilhelm Fliess
Nel diciannovesimo secolo, i primi studi iniziarono su certi "ritmi" o "cicli" di vita che successivamente furono chiamati "Bioritmi". La parola Bioritmo è composta da due termini greci, "bios" e "rhythmos", che significano "vita" e un costante o periodico "ritmo". La teoria dei Bioritmi definisce e misura tre fondamentali e importanti cicli del genere umano: quello fisico, l'emozionale e l'intellettuale. Wilhelm Fliess, un rispettato e conosciuto dottore di Berlino, iniziò uno studio pionieristico sui bioritmi sin dal 1890. Fliess, che aveva osservato cicli di 23 e 28 giorni in molti dei propri pazienti, incominciò a raccogliere statistiche sulle occorrenze periodiche di febbri, malesseri infantili e la predisposizione alla malattia e alla morte. Con queste statistiche a disposizione, Fliess credette di aver scoperto "periodi" fondamentali nella vita umana. Successivamente il dott. Fliess sviluppò due delle maggiori teorie dei bioritmi: la prima sostiene che la Natura concede all'uomo degli "orologi interni" che iniziano a scandire il tempo dalla nascita e proseguono lungo la vita; la seconda afferma che uno di questi orologi regolato per cicli di 23 giorni influenza la condizione fisica e l'altro regolato per un ciclo di 28 giorni influenza la parte emotiva dell'essere umano e il suo livello di sensibilità.

Un contemporaneo di Fliess, che mantenne un'importante apertura nei confronti delle sue idee, fu Sigmund Freud, uomo dalle idee estremamente rivoluzionarie per il suo tempo. All'inizio della sua carriera, Freud dimostrò un grande interesse e una grande ammirazione per le teorie di Fliess, e presto diventarono amici molto stretti.
Le idee importanti tendono a diffondersi rapidamente nella comunità scientifica. Il dott. Hermann Swoboda, professore di Psicologia all'università di Vienna, lesse in età giovanile il lavoro di Fliess e al volgere del secolo fu lui stesso a ricercare, studiare e scrivere sul tema dei Bioritmi.
Swoboda, che individuò una periodicità nel verificarsi di sogni e particolari processi di pensiero, in febbri, asma, attacchi di cuore, insorgenza di malattie si convinse della validità delle osservazioni di Fliess sui cicli di 23 e 28 giorni.

(fonte: dal web)

PS: coloro che volessero ricevere per e-mail giornalmente il proprio biioritmo cliccare quì

< Precedente   Prossimo >