Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Agricoltura arrow Clementine a rischio
Skip to content
Clementine a rischio PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
martedý, 16 ottobre 2012 09:35
ImageLa produzione di Clementine nella Sibaritide a partire dagli anni '50, è divenuta la principale attività degli agricoltori del territorio, sebbene tanti siano stati i tentativi, non si è riusciti ad ottenere una connotazione meritoria che potesse divenire simbolo di Qualità a livello europeo. Di chi la colpa? Non è possibile tranciare giudizi. Certo è che negli anni le varietà di questo frutto sono aumentate a dismisura, tanto da non avere più un'omogeneità tale da poter pretendere uno qualsiasi dei marchi a difesa di questo importante prodotto. Per tentare di ottenere una caratterizzazione che possa servire ad una maggiore informazione a tutti i livelli, il Distretto Agroalimentare di Sibari attraverso una conferenza stampa renderà pubbliche le difficoltà del settore e i possibili rimedi prima che la situazione di disagio dei produttori possa divenire irreversibile. Nel seguito gli interessati potranno leggere informazioni più dettagliate riguardanti la lodevole iniziativa.

Il Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari, in collaborazione con le Organizzazioni Datoriali provinciali Cia, Coldiretti e Confagricoltura, ha indetto per mercoledì prossimo, 17 ottobre, alle ore 17, presso la sede della Camera di Commercio a Cantinella di Corigliano Calabro una conferenza stampa sul tema: “Ipotesi di ragionamento sui costi di produzione delle clementine nell’area del Distretto”. All’incontro con i giornalisti hanno assicurato la loro presenza, oltre ai vertici del Distretto e delle Organizzazioni Datoriali provinciali, anche i rappresentanti delle Organizzazioni dei Produttori, delle Cooperative di Produzione e dei commercianti. “L’obiettivo che si vuole raggiungere – hanno spiegato gli organizzatori della conferenza stampa – è quello di voler caratterizzare l’intera area del Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari come un’area fortemente vocata alla produzione di clementine e di far comprendere che se non si riescono a coprire i costi di produzione quest’area è seriamente destinata a implodere”.  

Sibari, 15 ottobre 2012

                                                                                               Ufficio Stampa

                                                           Distretto Agroalimentare di Qualità di Sibari

< Precedente   Prossimo >