Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Arte arrow Jazz festival a Laino
Skip to content
Jazz festival a Laino PDF Stampa E-mail
Scritto da F.Panebianco   
venerdý, 06 agosto 2010 07:22
Image
Il chitarrista Irio De Paula
A LAINO TORNA IL "FESTIVAL DEL BORGO" - DA STASERA A DOMENICA UNA INTENSA "QUATTRO GIORNI" ALL’INSEGNA DI MUSICA E TEATRO - TRA I PROTAGONISTI FABRIZIO BOSSO, SAVERIO LA RUINA, PAOLO FRESU, NINO RACCO, IRIO DE PAULA, TAKABUM  -   Dopo il grande successo di pubblico e critica della prima edizione, da stasera a domenica 8 agosto nei più suggestivi luoghi del territorio comunale di Laino Borgo, "porta" del Parco Nazionale del Pollino e meta del Turismo Naturalistico e Culturale tra le più rappresentative della nostra regione, torna anche quest'anno il "Festival Del Borgo", evento ideato dal Vicesindaco Massimo Cersosimo e dall'Assessore al Turismo Giuseppe Tallarico, fortemente voluto dall'amministrazione comunale capeggiata dal Sindaco - nonché Assessore alla Cultura - Giuseppe Caterini e organizzato dall'Associazione culturale Picanto con il fondamentale contributo dell'Assessorato alla Cultura della Regione Calabria (L. 16/1985). Strutturata come una intensa "quattro giorni" ricca di appuntamenti (tutti ad ingresso libero), questa 2° edizione dell'evento, dedicata di cuore da tutto l'affiatato staff che da un intero anno sta lavorando alla sua realizzazione alla memoria del giovane eroe lainese Stefano Gioia, prevede, oltre ad un esclusivo concerto-evento nel magico scenario del Parco del Santuario delle Cappelle, tre serate a triplo set all'insegna dell'incontro del grande jazz con il teatro di qualità e presenta un cartellone di grandissimo spessore artistico allestito da Sergio Gimigliano (Sezione Jazz) e Gianfranco De Franco (Sezione Teatro).

 Stasera, dopo l'esibizione del Duo Tanghero in programma alle ore 19.00 nella Piazzetta S. Antonio, in Piazza Navarro sarà la volta di "La Borto", spettacolo teatrale di e con SAVERIO LA RUINA (pluripremiato attore calabrese della Compagnia Scena Verticale), nel quale la protagonista racconta la propria storia di donna in una società dominata dall'atteggiamento e dallo sguardo maschili.
Dopo questo intenso monologo, la cui drammaticità sarà amplificata dalle splendide musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Gianfranco De Franco, si proseguirà il "New Italian Trio" capeggiato da FABRIZIO BOSSO, trombettista dal talento sopraffino che vanta una invidiabile serie di partecipazioni discografiche (tra cui si segnalano anche quelle in ambito extra-jazzistico con Concato, Baglioni, Cammariere, Nicola Conte e Mario Biondi), che si esibirà avendo al suo fianco il contrabbassista Luca Bulgarelli e il batterista Amedeo Ariano.

Domani (venerdì 6 agosto), invece, sarà la volta dell'attesissimo concerto-evento organizzato nel Parco del Santuario delle Cappelle, luogo in attesa di essere inserito nel Patrimonio dell'UNESCO, già scenario, lo scorso anno, dell'indimenticabile esibizione del quartetto di Al Foster.

In questa location di impareggiabile fascino artistico e naturalistico insieme, dopo una conferenza stampa istituzionale fissata per le ore 19 (alla quale, oltre ai rappresentanti del Comune e ai direttori artistici del festival parteciperanno il Presidente dell'Ente Parco Nazionale del Pollino, on. Domenico Pappaterra e l'Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri), e la coinvolgente esibizione dei TAKABUM (marchin band formata dal trombettista Luigi Paese, dai trombonisti Giuseppe Oliveto e Mario Gallo, dai sassofonisti Gianfranco de Franco e Marco Mazzuca e da Biagio Greco, Fabio Lizzani e Massimo Palermo alle percussioni), il trombettista PAOLO FRESU, senza dubbio uno degli artisti che rappresentano al meglio il jazz italiano nel mondo, presenterà il suo nuovo progetto "A solo", uno spettacolo magico ed essenziale che incorpora la saggezza del suono e il calore dei colori e viceversa.

 Sabato 7, invece, la serata inizierà alle ore 19 con l'esibizione di EGIDIO VENTURA con il suo Latin Project, cui seguirà la messa in scena "Ntricata storia di Peppe Musolino", spettacolo di e con NINO RACCO che canta e racconta le controverse vicende del brigante calabrese svoltesi in Aspromonte tra il 1897 e il 1902.

 Dopo il set teatrale, sarà la volta di IRIO DE PAULA, definito "il più affascinante dei chitarristi brasiliani", che vanta collaborazioni con i più popolari artisti della musica latinoamericana (da Sergio Mendez a Elza Soares, da Baden Powell a Eumir Deodato passando per Astrud Gilberto e Ray Mantilla) e incisioni con jazzisti quali Chet Baker, Gato Barbieri, Archie Shepp e Lee Konitz, che si esibirà avendo al suo fianco un altro virtuoso della sei corde: suo figlio Robertinho (Ivan Lins, Robertinho Silva, Giovanni Hidalgo e Minino Garay).
Image
Paolo Fresu

 Nella giornata conclusiva (domenica 8), invece, il concerto dei NUEVO SUD ENSEMBLE (quartetto composto dai fisarmonicisti Salvatore Ranuio e Camillo Maffìa, dal contrabbassista Sasà Calabrese e dal batterista Fabrizio La Fauci), in programma alle ore 21.00, sarà preceduto dall'esibizione degli ARTITERAPIEPERFORMANCEPROJECT, che, a partire dalle ore 18 alle ore 20, in 6/8 set da 15 minuti l'uno, presenteranno, in anteprima nazionale, "APP", performance teatrale ideata da Gianfranco De Franco e Marco Mazzuca con Selena Covello e Raffaella Reda debitamente monitorati dall'associazione di musicoterapia A.M.U.S.A.

Chiuderà l'intensa "quattro giorni" lainese il concerto del giovane contrabbassista DANIELE MENCARELLI (Fabio Zeppetella, Roberto Gatto, Battista Lena, Ettore Fioravanti, oltre ché con Tosca e Ivano Fossati), che, a capo del suo "Gruppo Irregolare" (con il sassofonista Cristiano Arcelli, il chitarrista Marco Acquarelli, l'organista Emanuele Mencarelli e il batterista Alessandro Paternesi) presenterà in anteprima nazionale il suo nuovo lavoro discografico "Salto nel vuoto", appena edito dalla prestigiosa etichetta discografica Picanto Records, che vanta il prestigioso patrocinio di Umbria Jazz.

Durante la manifestazione, inoltre, anche quest'anno Laino Borgo si presenterà come una vera e propria "città della cultura", con mostre d'arte (come la Personale di pittura "Il Viaggio" a cura di Marco Mazzuca), di artigianato tipico e di fotografia (tra cui si ricordano  quella di Angelo Maggio, "Il jazz degli ultimi 20 anni in Calabria" e "Black & White" curata da Antonio Armentano) e con degustazioni gratuite di vini realizzate in collaborazione con la F.I.S.A.R. di Cosenza e coordinate da Tommaso Caporale.

 Prima e dopo degli spettacoli, dunque, si potranno degustare, rispettivamente, il "Brut 25" dei Fratelli Berlucchi (stasera), il "Polpicello" prodotto dalle Cantine Odoardi in abbinamento i Sigari Toscano (domani il "Grayasusi" delle Cantine Ceraudo il 7 agosto e, in chiusura, domenica 8, l'Ehos, prodotto da Senatore Vini.  

Come lo scorso anno, anche questa 2° edizione del Festival del Borgo è stata inserita nel piano di comunicazione del prestigioso circuito del Peperoncino Jazz Festival, rassegna itinerante nelle più belle località del Cosentino organizzata dall'Associazione culturale Picanto sotto la direzione artistica di Sergio Gimigliano e realizzata con il contributo della Regione Calabria - Fondi Europei POR CALABRIA FESR 2007/2013 Asse V Linea di intervento 5.2.3.1. - della Provincia di Cosenza, degli Enti Parco Nazionale del Pollino e Parco Nazionale della Sila, di numerose amministrazioni comunali e con il patrocinio di C.C.I.A.A. e Confindustria di Cosenza, AGIS e ANEC Calabria, che, alla sua 9° edizione, dallo scorso 16 luglio sta registrando il tutto esaurito ad ogni sua tappa, confermandosi ancora una volta come uno dei più importanti eventi culturali e turistici dell'estate calabrese, nonché come uno dei più caratteristici festival musicali italiani.

Informazioni per il pubblico:
ASSOCIAZIONE CULTURALE PICANTO
Mobile: 340/5966160
E-mail:
Web: www.peperoncinojazzfestival.com

 
Ufficio Stampa:
Francesca Panebianco
Mobile: 340/5966160
e-mail:
< Precedente   Prossimo >