Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Arte arrow CD con brani del M░ Saraceni
Skip to content
CD con brani del M░ Saraceni PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
lunedý, 10 maggio 2010 15:50
la copertina
La copertina del CD
Il canto sacro-liturgico “Lodi di Dio altissimo” composto dal M° organista Alessandro Saraceni su testo autografo di San Francesco d’Assisi è stato inserito nel CD “INCANTO SERAFICO, Vetera et Nova Francescana Cantica, vol. II”, a cura di fra’ Gennaro Maria Becchimanzi. Il disco, secondo vol. di tre CD, che è stato promosso dall’ OFMConv. (Ordine Frati Minori Conventuali) e dal CIMP (Conferenza Intermediterranea dei Ministri Provinciali), “propone il recupero della memoria attraverso la ricca produzione musicale francescana antica e nuova, e ripercorre un itinerario di comunione che ci aiuta a vivere lo spirito delle Origini del carisma francescano”.
 “Il CD scandisce una sequenza di brani tratti dalla tradizione francescana e presentati in una rielaborazione ed adattamento moderno con grande rigore musicale”, curati e sotto la direzione del gregorianista francescano Padre Becchimanzi.

Esecutori della raccolta sono I Cantori Francescani ed un’orchestra comprendente organo, archi, fiati, ottoni, chitarre e percussioni; curatore delle orchestrazioni e degli arrangiamenti Stefano Puri; direttore fra’ Gennaro Maria Becchimanzi.

Dalla breve guida all’ascolto del CD, firmata da Stefano Puri e da Padre Becchimanzi, riportiamo:

“…una nota particolare per i brani orchestrali: questa volta, ci siamo confrontati con brani strettamente liturgici (non compositori per colonne sonore et similia), già incisi di recente e di facile reperibilità (i brani di Marco Frisina, nonché le “Lodi di Dio altissimo” di A.Saraceni). Alla luce di questa realtà, abbiamo voluto ripensare completamente i canti stessi, rileggendoli in chiave espressiva (nelle strutture, nei ritmi, nelle dinamiche e nelle orchestrazioni stesse) cercando di sviluppare il più possibile le sfumature contenute nei testi, secondo la nostra sensibilità. Nessuna volontà di migliorare la realtà: solo il bisogno viscerale di interpretarla”.

Ancora: “Lodi all’altissimo. Il testo del canto si ispira liberamente all’autografo conservato fino ad oggi in un prezioso reliquiario esposto nella Cappella delle Reliquie presso il Sacro Convento di Assisi. E’ una piccola pergamena scritta da San Francesco nel settembre del 1224 per ringraziare Dio del dono delle stimmate ricevute sul monte della Verna. Due le letture da noi proposte, molto differenti: la prima (di Marco Frisina), tratta dall’oratorio “Tu sei bellezza”, esalta l’aspetto viscerale, profondo del testo francescano. …La seconda versione che proponiamo delle Lodi di Dio altissimo ha un carattere molto differente da quella precedente: nella lettura di Alessandro Saraceni, la preghiera del Santo diventa un inno processionale attraverso il quale tutta la Chiesa prega il “Signore degli dei”. Più di altri, questo brano è fatto di piccole variazioni, differenze armoniche nascoste da una struttura tematica marcata ed uniforme: ogni strofe (pur conservando il nucleo armonico originario) è armonizzata secondo un principio differente: se la prima è incentrata su una scala cromatica discendente al basso, la seconda –per contrasto- è ferma ed immobile sostenuta da un pedale armonico di MI; la terza strofe cambia tonalità senza modulazione: il FA diesis minore sorprende con lo slancio dei suoi tre diesis, la monodia lascia il posto alla polifonia e un solenne tema processionale sale verso il cielo, dai Tromboni al Flauto Traverso”.

 

Il CD si può richiedere telefonando alla Casa Editrice Francescana presso il Sacro Convento di Assisi (075 8190096).

(In MP3 potete ascoltare alcuni brani del M° Saraceni inseriti nel CD cliccare sui link sottostanti)

Interludio

Lodi di Dio all'altissimo

< Precedente   Prossimo >