Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Eventi arrow Festa del Crocifisso
Skip to content
Festa del Crocifisso PDF Stampa E-mail
Scritto da L.Franzese   
martedý, 02 marzo 2010 10:49
ImageInvitate anche i vostri amici a partecipare !!!!
Nella ricorrenza dell’evento, l’artistica immagine in legno del quattrocento, opera di un anonimo scultore cassanese che si ritiene sia stata eseguita con tanta fede e amore nella Cripta della Cattedrale, viene rimossa dalla nicchia del Succorpo, dove abitualmente dimora e portata in Duomo per il Settenario che precede la festa patronale per rinnovare il voto che nel 1943, Vescovo Barbieri, il popolo di Cassano decise di attuare annualmente per rendere grazie al Signore di essere scampato al tremendo sconvolgimento della seconda guerra mondiale. Il simulacro, tranne che per il Settenario, non viene mai rimosso dalla nicchia del Succorpo.

Il voto che la Città di Cassano rinnova ogni anno in favore del suo speciale protettore, vuole testimoniare la riconoscenza per il Santissimo Crocifisso del quale, nei secoli, ebbe a sperimentare il patrocinio in occasione di alluvioni, morbi contagiosi e terremoti. La “Sacra Immagine” fu restaurata nel laboratorio per i Beni Culturali ed Artistici della Calabria a Cosenza nel 1994. Il programma dei festeggiamenti religiosi prevede, tra l’altro, tutti i giorni dalle ore 8 alle 9 celebrazione della Santa Messa; alle 12: Supplica a Gesù Crocifisso; alle 17,30 Santo Rosario in compagnia del passionista Cosimo Chianura. Dal primo marzo al tre, dalle ore 10, ci saranno gli omaggi della scuola dell’infanzia, mentre giovedì 4 marzo, alle 16,30, avrà luogo la benedizione dei bambini da 0 a 2 anni. Il 5 marzo conclusione dei festeggiamenti con l’anniversario del voto dei cassanesi che consiste nel digiuno e astinenza dalle carni. La serata sarà conclusa con il Pontificale del Vescovo Bertolone, in programma alle ore 18 nella Chiesa Cattedrale. Il Presule Vincenzo Bertolone, in occasione della ricorrenza votiva, in un messaggio ai fedeli afferma tra l’altro: “la Croce apre la via alla vita eterna e diviene segno glorioso di Cristo e di chiunque crede in lui. La Croce è quel trono di gloria da cui Gesù esercita il suo potere regale che salva e redime l’umanità dal peccato e dalla morte. Il segno della croce è la sintesi della nostra fede perché ci dice quanto Dio ci ha amato; ci dice che c’è un amore più forte della morte”.
Luigi Franzese

< Precedente   Prossimo >