Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Banche-Economia-Tasse arrow Dodaro si Ŕ dimesso?
Skip to content
Dodaro si Ŕ dimesso? PDF Stampa E-mail
Scritto da A.Cavallaro   
giovedý, 16 luglio 2009 20:50
ImageQuando alla fine dell'ultima assemblea ordinaria della BCC dei Due Mari di Calabria, dopo lo spoglio delle schede elettorali, risultò eletto presidente del collegio sindacale il dott. Antonio Dodaro, furono tutti particolarmente soddisfatti del risultato sia per la qualità morale dell'uomo che per le sue conclamate e arcinote capacità professionali. Il dott. Antonio Dodaro è stato per lunghi anni direttore dell'Ufficio IVA di Cosenza ed ha al suo attivo numerose pubblicazioni edite dall'IPSOA, molte delle quali sono riferimento quasi obbligato per i consulenti commerciali dell'intera nazione (cliccare quì per rendersene conto). Molti soci pensarono che con un uomo di questa levatura a capo dell'organo di controllo, la macchina organizzativa e amministrativa della banca avrebbe sicuramente ripreso a marciare, magari lentamente, ma su binari sicuri e verso mete raggiungibili. Invece stamane come un fulmine a ciel sereno è giunta la notizia delle dimissioni del dott. Dodaro.

Si spera ancora che la notizia trapelata sia falsa, perchè, in caso contrario, queste dimissioni assumerebbero un significato molto grave. Non è dato sapere nient'altro al momento. Le ipotesi sono tante e sicuramente non sarà dalle righe di questo sito che si lanceranno accuse o, peggio ancora, illazioni. Certo è che, anche quando arriveranno le spiegazioni, i soci staranno più attenti a quello che viene detto in assemblea e non  alzeranno il ditino a comando,  tanto per accontentare qualche amico, o amico dell'amico.

Dispiace profondamente che il dott. Dodaro abbia rinunciato all'incarico e solo qualche sprovveduto può pensare di poterlo sostituire degnamente. Per il momento non andiamo oltre, aspettiamo gli sviluppi della situazione, anche perchè siamo incalzati da voci nient'affatto simpatiche che certamente non saremo noi a divulgare ulteriormente, vedremo nei prossimi giorni l'evolversi della situazione. Come promesso ai nostri visitatori, non mancheremo di informarli costantemente e senza inutili panegirici. Sono giunte intanto delle mails da soci di altre BCC presenti sul territorio che ci chiedono di occuparci anche dei loro Istituti di Credito, ribadiamo che il nostro sito non è una testata giornalistica, quindi non c’è una redazione, pubblichiamo quello che i nostri webnauti ci inviano con tanto di firma e indirizzo, ripetiamo quindi che chi vuole che i propri scritti vengano pubblicati deve autorizzarci a farlo.

< Precedente   Prossimo >