Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Arte arrow Concerto del M°Saraceni
Skip to content
Concerto del M°Saraceni PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
marted́, 31 marzo 2009 08:55
M° Saraceni
il M° Alessandro Saraceni
A Castrovillari, domenica scorsa, nella monumentale chiesa di San Giuliano un pubblico di pochi eletti ha goduto di una serata musicale di altissimo livello. Il M° Alessandro Saraceni ha infatti eseguito all’organo brani di grande effetto.
L’esecuzione perfetta ha inchiodato agli scanni dell’antica chiesa gli astanti, che hanno di volta in volta dimostrato la loro approvazione con scroscianti applausi.  Il concerto è stato dedicato dal Maestro al padre avv. Francesco che ha compiuto ottant’anni proprio in questi giorni. Certo non dobbiamo scoprire noi le qualità interpretative di Alessandro Saraceni che, seppur giovane, ha riscosso innumerevoli successi e consensi, il suo curriculum è ricchissimo, i suoi interessi non si limitano solo all’esecuzione con tecnica di alta classe, egli si occupa anche di progettazione di organi, quello infatti di San Giuliano è stato da lui progettato e quindi costruito e montato poi in loco dalla più antica azienda di organari italiana la “Francesco Zonin” di Codroipo (Friuli), ha pubblicato diversi libri su organi, organisti ed organari, ha collaborato alla redazione del Dizionario dei Musicisti Calabresi di prossima pubblicazione ecc ecc ecc. Ci sarebbe veramente tanto da scrivere su questo giovane talento calabrese.

Al concerto ha partecipato anche S.E.  il vescovo di Cassano mons. Vincenzo Bertolone, che alla fine con un breve ma sentito intervento ha messo in evidenza le doti del maestro. Quando si ha l’opportunità di conoscere e di ascoltare calabresi di questo livello, la commozione è profonda e ci viene da pensare che forse non siamo proprio gli ultimi della classe, come spesso veniamo definiti da certi mass-media, se riusciamo ad avere di questi talenti vuol dire che ce la  possiamo fare. Grazie Maestro, anche per questo, per averci dato con le sue grandi doti l’orgoglio di appartenere a questa terra vituperata e la speranza di una rinascita possibile. Ad Majora. 

vescovo e Saraceni
Mons.Bertolone e il M° Saraceni

Durante la serata sono state eseguite musiche di José Elias, Baldassarre Galluppi, Domenico Zipoli, Johann Pachelbel, Antonio Vivaldi, Johann Sebastian Bach, Charles Gounod, Marco Enrico Bossi.

< Precedente   Prossimo >