Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Letteratura arrow Letteratura arrow Sogno, incubo e realtÓ
Skip to content
Sogno, incubo e realtÓ PDF Stampa E-mail
Scritto da Fosco   
venerdý, 13 aprile 2007 10:21

Non riesco a dormire. Mi assopisco e mi risveglio all'improvviso, di soprassalto. Infine riesco ad addormentarmi, ma è un sonno popolato da immagini, ombre, sensazioni.

Sogno di Ernesto Di Battista
Sogno di Ernesto Di Battista
Mi vedo in un deserto, solo, con i raggi del sole a perpendicolo sulla testa, mi trascino uno zainetto contenente…. cosa? Poi d'improvviso vedo all'orizzonte un'ombra che si avvicina, le vado incontro con il respiro che comincia a diventare affannoso; stringo gli occhi per tentare di vedere meglio, faccio una fatica enorme per concentrarmi sull'immagine, sento il sudore scorrere dalla testa giù fin dentro la camicia, le mutande, gli jeans.

La figura è sempre più grande, ma stranamente i contorni sono sempre vaghi, ce la metto tutta per mettere a fuoco ma non ci riesco.

Allora corro con quanto più fiato ho in gola, i piedi sono diventati leggeri, mi sembra quasi di volare..., volare? ma sto volando!! Ogni passo diventa sempre più lungo, il mio corpo è diventato privo di peso, compio dei balzi prodigiosi.

Di colpo dopo un mio ennesimo salto, mi si apre davanti un abisso, stavolta precipito, sempre più giù, non riesco a fermarmi, aiuto, aiutatemi per l'amor di Dio, non voglio sfracellarmi!! Un venticello fresco, piacevole, inatteso, d'improvviso mi batte sulla fronte, dimentico la paura e quasi sorrido di piacere... apro gli occhi e il volto assonnato della mia donna è a pochi centimetri da me, mi guarda stupita, domando:" cos'è stato?".

"Credo che si sia rotta una stanga del letto, siamo praticamente sul pavimento". Ridiamo insieme, ma quell'ombra lontana del sogno mi ritorna in mente e non riesco più a sorridere.

NB: AUTORE: Fosco

< Precedente   Prossimo >