Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow l'Opinione arrow PADRE PIO : CONTESO TRA FEDE E AFFARI
Skip to content
PADRE PIO : CONTESO TRA FEDE E AFFARI PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario Altieri   
domenica, 27 aprile 2008 08:04
ImageDiscordi i pareri sulla recente riesumazione e conseguente esposizione al pubblico dei resti mortali del Santo da Pietrelcina. Abbiamo raccolto un commento del direttore di "Blu TV", il dott. Mario Altieri, diffuso dalle onde di quella emittente. Ve lo proponiamo perchè sembra discutibile anche a noi la decisione presa a San Giovanni Rotondo.

 

M.Altieri
Mario Altieri
<<Quello che sta avvenendo in questi giorni alle spoglie di Padre Pio, a San Giovanni Rotondo, è un evento che deve far riflettere tutti.

Decidere di disseppellire il corpo del Santo per esporlo alla vista dei curiosi è stata una scelta che il Padre di Pietrelcina non avrebbe mai avallato.

Che senso ha coprire il volto con una maschera di silicone e rivestire il corpo con un saio e un paramento sacro confezionato oggi?

Che cosa vede in più il fedele, in pellegrinaggio, rispetto al sarcofago nel quale il Santo era stato inumato?

Una vita dedicata alla preghiera, alla povertà, all’umiltà, nonostante sia stato per lunghi anni perseguitato dalla Gerarchia Ecclesiastica è riuscito a realizzare importanti opere sociali, è riuscito a mobilitare alla preghiera milioni di coscienze in ogni parte del mondo.

Riesumare il corpo dei morti, anche se dichiarati Santi, non è un oltraggio alla pace eterna delle loro spoglie?

E’ il caso del Santo di Pietrelcina tormentato dalle Stimmate Divine in vita e martoriato dalla voracità affaristica degli uomini da morto. E’ proprio il caso di affermare lapidariamente che : 

“E’ DIVINO SERVIRE DIO E I SUOI SANTI PER SERVIRE I FRATELLI.  E’ DIABOLICO SERVIRSI DI DIO E DEI SUOI SANTI PER ASSERVIRE I FRATELLI”. 

Con queste iniziative si stimola con troppa superficialità la curiosità della gente, anziché sviluppare in essa un sano sentimento di riservatezza, di amore e di preghiera, tradendo l’insegnamento che ci ha lasciato  il fraticello di Pitrelcina. >> 

Mario Altieri

< Precedente   Prossimo >