Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Storia - Archeologia
Skip to content
Sibari. Nasce l'associazione di volontariato "Itaca" PDF Stampa E-mail
Scritto da Martina Simone   
giovedì, 07 settembre 2023 20:32

ImageA riprova di quel che si dice a Sibari ormai da anni, ovvero che i giovani preferiscono “abbandonare” le proprie radici e portare altrove il proprio talento, le passioni e le aspirazioni, ci sono giorni in cui la speranza di far crescere il territorio torna nel cuore e nella mente di qualcuno. E’ quello che ho deciso personalmente di fare per il mio paese natìo e seppur è vero che da soli non si fanno grandi cose, altrettanto vero è che sono le piccole gocce del mare a smuovere i profondi abissi. L’Associazione di volontariato ”Itaca” nasce in primis con un’idea e uno scopo ben preciso che si può cogliere già dal nome.

Chi non ricorda o non ha mai sentito parlare del famoso Odisseo, uomo polytropos, come asserivano i Greci, che dopo mille peripezie riesce a tornare a casa nella sua amata patria cioè ad Itaca.

Ecco, L’Associazione Itaca rappresenta per tutti coloro i quali vi aderiscono una grande casa dove ciascuno deve sentirsi libero di poter tornare ogni volta che ne sente il bisogno o la mancanza. Al contempo, sempre memori dell’insegnamenti dei classici che considerano gli ospiti persone inviate dagli Dei ai quali deve essere data accoglienza, Itaca è la dimora di tutti i cittadini comunitari ed extracomunitari che chiedono ausilio.  Essa infatti si prefigge di sostenere materialmente e moralmente ogni individuo.

Attraverso la distribuzione del banco alimentare ciascuno avrà la possibilità di assicurarsi beni di prima necessità; Si occuperà anche della cessione gratuita di indumenti e sarà portavoce dei più umili ed emarginati. Grazie alla collaborazione con il patronato INPAS garantirà a ciascuno i propri diritti da cittadino evitando che gli immigrati, in particolare, ignari di eventi e situazioni possano cadere in mani di persone poco umane e scrupolose.

La volontà di svolgere dei servizi finalizzati agli stranieri cela dei messaggi ben precisi che l’Associazione vuole dare alla comunità: educare i giovani -futuro del paese- al rispetto di ogni individuo senza distinzione di razza, sesso o religione portando avanti una cultura di inclusione che definisce l’altro risorsa umana e culturale e non impedimento o ostacolo. Altro aspetto al quale Itaca mira è creare un rapporto di sintonia tra anziani e giovani e generare – citando l’encomiabile professore di Antropologia culturale Vito Teti – la “Restanza” che ci fa sentire ancorati e insieme spaesati in un luogo da proteggere e nel contempo da rigenerare radicalmente. In merito a questo L’Associazione avvierà dei corsi che coinvolgeranno nuove e vecchie generazioni: agli anziani verranno impartite lezioni sull’utilizzo dei dispositivi digitali che oggi sono indispensabili per molte cose e ai giovani saranno tramandati valori di un tempo, informazioni storiche, delucidazioni sui mestieri antichi, usi e costumi di coloro che ci hanno preceduto. Ci occuperemo della valorizzazione e conoscenza del territorio: spesso ci troviamo difronte a persone che abitando in questo paese non ne conoscono la storia, la fama e quindi il non sapere implica il non apprezzare qualcosa che ci appartiene. A tal proposito verranno organizzati convegni in sede ed in seguito escursioni sul nostro territorio. Infine l’Associazione sarà partner con le scuole dei paesi limitrofi alle quali proporrà progetti di alternanza scuola- lavoro per assicurare ai nostri ragazzi la possibilità di avere “in casa” un ente che soddisfi i loro bisogni.

Itaca vi aspetta per assicurarvi il diritto a migrare ma anche a RESTARE…

Martina Simone

 

< Precedente   Prossimo >