Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Viaggi & Turismo arrow Viaggi arrow Una "Ciaspolata" sul Pollino
Skip to content
Una "Ciaspolata" sul Pollino PDF Stampa E-mail
Scritto da M.Sanpietro   
giovedý, 01 dicembre 2016 09:55
ImagePer gustare la montagna come si deve e immergersi nella natura immacolata ammantata di neve non c'è niente di meglio che una bella "ciaspolata". Ma che roba è? Si chiederà più di uno.Nel seguito maggiori info e proposta di Week-End sulla neve.

"Ciaspe, ciaspole, racchette da neve: Le racchette per camminare sulla neve, “ciaspe” in dialetto ladino oppure “ciaspole” in altri dialetti, sono un particolare strumento che permette di spostarsi agevolmente sulla neve a piedi. In passato, ad avanzare a fatica nel paesaggio innevato con ai piedi ingombranti racchette da neve che impedivano di sprofondare nella candida coltre, erano soprattutto i cacciatori e i contadini. Le ciaspe erano costituite da un cerchio di legno e strisce di cuoio legate tra loro.
Negli ultimi anni, però, si è assistito ad una controtendenza: le escursioni sulla neve sono ritornate di moda.
Le racchette risultano particolarmente adatte per i pendii non troppo scoscesi e con esse si possono percorrere senza problemi i nevai anche nel tardo inverno.
ImageIl materiale di partenza è stato migliorato: le racchette moderne sono realizzate con uno stampo di plastica, oppure dispongono di un’intelaiatura in alluminio con la superficie d’appoggio in neoprene o poliuretano.
Sono dotate di attacchi snodabili che permettono una camminata abbastanza naturale ed in certi modelli lo snodo può essere regolato secondo il terreno da percorrere.
Alcune racchette dispongono di un alza-tacco che permette di ridurre lo sforzo sul ripido, oppure regolabili nella lunghezza mediante una prolunga adattabile al tipo di terreno ed innevamento.
Tutte hanno sotto l’attacco dei ramponcini fissi più o meno larghi, in corrispondenza della punta degli scarponi e del calcagno, che agevolano la tenuta su neve dura o ghiacciata.
In neve profonda e terreno per lo più pianeggiante si usano racchette lunghe, mentre sui pendii ripidi sono senz’altro da preferire racchette corte e maneggevoli.
Le calzature ideali per indossare le ciaspe sono o le scarpe da trekking; serve ovviamente un adeguato abbigliamento da neve e non devono mancare le ghette, che impediscono alla neve di penetrare tra la scarpa ed il piede"
.

E ora che sapete tutto volete provare a partecipare ad una bella CIASPOLATA?
Cliccate quì per il programma completo. OVVIAMENTE  CHI NON DESIDERA IL PERNOTTAMETO PUO' PARTECIPARE LO STESSO. SI PARTE CON UN MINIMO DI 8 PARTECIPANTI ED UN MASSIMO DI 15, Chiedere in Agenzia  per le quote senza pernottamento. o telefonare al 335 5315745.

< Precedente   Prossimo >