Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow News arrow Amici,fatti, curiositÓ arrow TEST DI FINE ESTATE: SEI UN SIGNORE OD UN BURINO?
Skip to content
TEST DI FINE ESTATE: SEI UN SIGNORE OD UN BURINO? PDF Stampa E-mail
Scritto da M.Silenzi Viselli   
martedý, 13 settembre 2016 17:16

ImageSignori si nasce, diceva Totò. Burini anche, aggiungo io. Ecco alcuni atteggiamenti dell'uno e dell'altro (non tutti elencati).
Burino: nel quotidiano si veste da schifo, poi nelle "occasioni" crede di vestire elegantemente, peggiorando, se possibile, la situazione.

Signore: veste sempre con sobrietà e naturale eleganza, nel quotidiano e nelle "occasioni".

 Burino: mangia cibo spazzatura nel quotidiano, poi, quando viene "qualcuno" sfoggia smisurate quantità di cibo costoso (e mal cucinato).

Signore: mangia, sempre con moderazione cibi genuini, gli stessi che poi propone agli ospiti.

 
Burino: accompagna i suoi pasti quotidiani con vinacci da quattro soldi, poi quando viene "qualcuno" stappa le bottiglie buone tenute da parte (ed andate a male).
Signore: accompagna sempre i suoi pasti e quelli per gli ospiti con vini di qualità (non necessariamente costosi).


 Burino: nel quotidiano non mangia mai dessert, poi, quando viene "qualcuno" ingombra la tavola di dolci burrosi e torte gelato (inscatolate dai tempi della guerra del 15-18) accompagnati da acidi prosecchi e strazianti limoncelli.

Signore: conclude sempre i suoi pasti, e quelli con ospiti, con un sobrio dessert accompagnato da un Porto, un Picolit od un Cognac.


 Burino: apparecchia la sua tavola quotidiana in cucina con stoviglie di quart'ordine, poi, quando viene "qualcuno" sfoggia le porcellane ed i cristalli in sala da pranzo.

Signore: usa sempre stoviglie di qualità, nel quotidiano e con gli ospiti, e sempre in sala da pranzo.

 
Burino: acquista un'auto idonea a sfoggiare la sua presunta ricchezza.

Signore: acquista un'auto idonea alle sue necessità di spostamento.


Burino: acquista capi ed accessori "firmati" perché non sa riconoscere il bello e l'elegante.

Signore: acquista capi ed accessori anche non firmati perché sa riconoscere il bello e l'elegante.

Burino: non è in grado di educare i suoi figli ed è incapace di fermarli quando disturbano il prossimo. Li difende quando vengono ripresi dai professori.

Signore: educa i suoi figli e non permette che disturbino il prossimo. Sente con attenzione e rispetto il parere dei professori.


Burino: non legge mai un libro: lui sa già tutto.

Signore: legge i libri perché non si finisce mai d'imparare.


Burino: butta i suoi rifiuti ovunque, meno che in casa sua.

Signore: considera tutti i luoghi come casa sua.

Burino: si compra la "barca" per tenerla ferma esposta in banchina.

Signore: si compra la barca per navigare o pescare.


Burino: va in agosto sulle spiagge affollate per guardare le donne.
Signore: va in giugno sulle spiagge deserte per godersi il mare.


Burino:
vota per chi gli promette un tornaconto personale (che poi attua solo quello del votato).

Signore: vota per chi può meglio promuovere il bene comune (da cui deriva più efficacemente anche quello personale).

 
Vi siete riconosciuti nel burino ma vi considerate un signore? Tranquilli, questa è proprio un'altra delle caratteristiche del vero burino.

Maurizio Silenzi Viselli

< Precedente   Prossimo >