Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow News arrow Comunicati Stampa arrow Speleologi calabresi e lucani si uniscono
Skip to content
Speleologi calabresi e lucani si uniscono PDF Stampa E-mail
Scritto da Staff.redazione   
venerdý, 16 ottobre 2015 15:09
ImageUn sabato pomeriggio che rimarrà nella storia della speleologia Calabrese e quella Lucana. Nella sala del consiglio comunale di Cassano all'Ionio giorno 10 ottobre 2015 alle ore 16,30 si sono riuniti i rappresentanti del Gruppo Speleo del Pollino di Morano Calabro (cs)---Gruppo Geo Speleo Valle del Noce di Trecchina (pz)---Gruppo Speleo Serra del Gufo di Cerchiara di Calabria(cs)---Speleo Club Marmo Platano di Muro Lucano (pz)----Associazione Speleologica Liocorno di Cassano Ionio (cs) al fine di discutere gli articoli e approvare lo statuto della costituzione dell'Unione Speleologica Calabro Lucana.(cliccare sulla foto per ingrandire) I gruppi erano rappresentati dai loro presidenti : Peppino De Salvo (Cerchiara), Peppino Martire (Cassano), Roberto Berardi  (Morano), Gerardo Ferrara (Muro Lucano), Carmine Marotta (Trecchina).

Non hanno aderito gli altri gruppi presenti in Calabria e Basilicata regolarmente invitati.

Dopo i saluti di rito del presidente del Liocorno Peppino Martire, ha preso la parola Peppino Leone che in qualità di presidente-promotore ha in modo dettagliato e particolareggiato esposto i fini, gli scopi e gli intenti della nuova USCL, mettendo sopratutto in evidenza la volontà di lavorare insieme e di collaborare in sinergia affinché si prenda coscienza e conoscenza dell'ambiente, degli ambienti ipogei, dell'arte, della cultura e della storia dei territori in cui l'Unione opera.

Interessanti le puntualizzazioni di Dino Grassi che con la sua esperienza ha dato consigli per rendere più efficace il nuovo statuto. Dopo gli interventi di Peppino De Salvo, Carmine Marotta e Roberto Berardi si è passati all'approvazione dello statuto.

Alle 19,15 con l'approvazione all'unanimità dello statuto la seduta è stata sciolta , dandosi appuntamento in quel di  Cerchiara di Calabria per l'elezione del Presidente e degli organi statutari, e passare quindi alla registrazione ufficiale.

Nell'incontro Cassanese si sono gettate le basi per una forma di Associazionismo volto a favorire e sviluppare la conoscenza fra i gruppi esistenti nel territorio della Calabria e Basilicata, si cercherà di allargare il numero degli associati per una speleologia più forte e più unita.

L'attività preponderante sarà quella di promuovere e sostenere gli studi e le ricerche nei vari ambiti dei sistemi ipogei ( geologia, archeologia, idrogeologia, flora e fauna).

Si punterà anche alla creazione di una scuola permanente di speleologia per le nuove leve della Calabria e Lucania . Non per ultima, ma la socializzazione tra i soci sarà il punto di partenza.

Le premesse ci sono tutte, affinché, in queste due regioni la speleologia possa avere un futuro.

< Precedente   Prossimo >