Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Arte arrow Arte visiva e dolciaria a Trebisacce
Skip to content
Arte visiva e dolciaria a Trebisacce PDF Stampa E-mail
Scritto da A.M.Cavallaro   
mercoledý, 22 maggio 2013 09:18
Image
Taglio inaugurale della mostra di D'Alba
Ieri sera presso la sede dell’Istituto Aletti di Trebisacce, si è svolta una bella e molto “dolce” cerimonia. L’istituto professionale, che ha anche una sezione per la Ristorazione, ha organizzato nei mesi scorsi un corso di pasticceria serale aperto agli esterni e condotto dall’esperto Mimmo Guarino, sibarita DOC, che da molti anni è insegnante di cucina e stimatissimo e apprezzato chef in alcuni dei più noti ristoranti della nostra zona. Le iscrizioni sono state numerosissime  e ben 54 neo-pasticceri (la stragrande maggioranza composta da donne) hanno concluso il corso durato parecchi mesi e ieri sera hanno ricevuto, insieme all’elogio degli istruttori e della dirigente dell’Aletti  prof.ssa Adriana Crispo, l’attestato di partecipazione che potranno utilizzare anche dal punto di vista professionale, in quanto valido a tutti gli effetti di legge. Subito dopo, nel cortile interno dell’istituto è stata aperta la mostra di fotografie artistiche in Bianco e Nero dell’appassionato e bravo fotografo Pino D’Alba, che ha presentato alcuni scatti da lui effettuati negli anni ’70 nei vicoletti di diversi centri storici dell’Alto Ionio, tra cui Roseto, Amendolara , Trebisacce e Rocca Imperiale.

Image
La sibarita sig.a Perri tra i prof.Guarino e Vuono
Insieme al prof. Guarino, per la buona organizzazione e realizzazione del corso, ha attivamente partecipato, in qualità di tutor il prof . Vincenzo Vuono esperto di Sala Bar . La prof.ssa  Mirella Franco si è occupata dell’organizzazione della manifestazione ed ha preparato la presentazione audiovisiva , mentre il prof. Piero De Vita ha relazionato da par suo sulle tradizioni dolciarie e culinarie del nostro territorio . La dirigente prof.ssa Crespi, nella sua prolusione, ha messo in evidenza gli ottimi risultati conseguiti dai corsisti ed ha annunciato che si spenderà per organizzare ulteriori corsi non solo di pasticceria, in modo da creare una sempre migliore sinergia tra la scuola e l’ambiente sociale esterno.

Image
La dirigente scolastica prof.ssa Crespo e l'artista D'Alba
Dopo il taglio del nastro inaugurale  la dirigente, gli insegnanti e tutti gli invitati hanno potuto ammirare le veramente “toccanti” fotografie di Pino D’Alba, che si caratterizzano tutte per la presenza costante dell’elemento umano all’interno di scorci urbani che altrimenti non darebbero la sensazione del vissuto e dell’antica socialità del “vicinanzu”, che, ancora oggi, rappresentano la parte migliore della nostra storia locale. In ogni viso, in ogni pietra, in ogni viuzza, ripresi dall’obiettivo attento dell’artista, traspare l’umanità di cui sono impregnati.  Abbiamo scritto nell’incipit che si è trattato di una cerimonia “dolce” e mai aggettivo poteva essere più appropriato, perché dopo l’arte visiva è stata offerto al numeroso pubblico un esempio sontuoso di arte dolciaria, infatti tutti i partecipanti al corso hanno presentato alcune loro “creazioni” e le hanno lasciate degustare ai golosi palati degli astanti. Gioia per gli occhi prima e per la gola poi.  Tra gli ospiti abbiamo notato anche il sindaco di Trebisacce Franco Mundo, anch’egli “addolcito”  dalle innumerevoli golosità e, una volta tanto, “alleggerito” dai gravosi pesi del suo incarico.

Tra un tripudio di delicatezze di tutti i generi,  monumentali  torte nuziali alla panna e al cioccolato,  delicatissimi mont-blanc,  buonissimi biscottini alla pasta di mandorle, deliziosi cannoli alla siciliana, per una sera ci si è abbandonati   ai peccati di gola, infischiandosene delle diete e delle “linee” imposte da certa moda.  Complimenti sinceri per l’ottima organizzazione e per gli encomiabili risultati ottenuti.

 Antonio Michele Cavallaro

 

Image
il ricco tavolo delle DELICATESSES

(Per ulteriori foto cliccare quì)

< Precedente   Prossimo >