Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow News arrow Articoli di Stampa arrow Denunciare il malaffare
Skip to content
Denunciare il malaffare PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
mercoledý, 24 aprile 2013 06:56
ImageIl coraggio di denunciare. Dietro il decreto di fermo di Alfonsino Falbo 42 anni, Francesco Greco, 36, Francesca Bartone, 35 anni, tutti di Cosenza e Andrea Stavale, 38 anni di Bisignano, c'è l'ordinario coraggio di due imprenditori, nel ramo del fotovoltaico, che si sono ribellati alle regole della mala, rifiutando patti ed estorsioni, finendo per pagare di persona il rifiuto con minacce e botte. I fermi, eseguiti dalla squadra Mobile di Cosenza, coordinati dal commissario capo Antonio Miglietta, sono stati disposti dai magistrati del pool antimafia della Dda di Catanzaro. Dietro questa storia c'è anche un insegnamento e una verità: per tanti imprenditori che, per paura, per vergogna o per evitare ripercussioni personali e familiari, preferiscono accettare gli accordi imposti e scegliere la strada del silenzio, ce ne sono altri, tanti altri, che, si fidano dello Stato e denunciano i soprusi, spezzando così il muro d'omertà dietro il quale si nascondono i "parassiti" dell'Antistato, con l'etichetta di uomini d'onore ma che di onore hanno davvero poco, se non addirittura nulla.

 

(Cliccare quì per il testo completo)

< Precedente   Prossimo >