Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow l'Opinione arrow Maggiore self control, please...!
Skip to content
Maggiore self control, please...! PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
mercoledý, 29 agosto 2012 10:42

Image
Tonino Cavallaro
Qualche giorno, fa nella casella di posta del sito, ho trovato l’ultimo comunicato stampa del nostro sindaco, che, a onor del vero, lavora con grande trasparenza dando tempestivamente notizia dei suoi atti e movimenti. Sono rimasto però molto sorpreso, quando ho letto la comunicazione, per il suo tenore e per la persona a cui erano indirizzate delle frasi che, lì per lì, mi hanno creato un certo imbarazzo. Conosco abbastanza bene sia il nostro sindaco, Gianni Papasso, che la persona alla quale erano riferite le sue parole non certo simpatiche, Peppino Rodilosso, mio vicino di casa quando abitavo a Cassano e, seppur più “fresco d’anni”, compagno di giochi e di chiacchiere giovanili.  Dopo aver letto, mi sono peritato di avere lo scritto incriminato che aveva suscitato la reazione del sindaco e  nella seconda parte le potete leggere tutt’e due. Non mi sento di stigmatizzarne il contenuto nel mio solito modo schietto e diretto, perché si tratta di due persone che per diversi motivi stimo e rispetto, però da amico e non da cittadino, vorrei pregarli di usare in futuro -  soprattutto quando certi pensieri vengono divulgati per mezzo della stampa  -  parole e termini meno aggressivi e larvatamente offensivi. 

Cassano ha bisogno di funzionari pubblici solerti e professionali, di politici capaci, intelligenti e coraggiosi, che siano in grado di risolvere anche gli eventuali contrasti  (siamo essere umani e la divergenza di vedute ci sta anche bene)  con la facoltà di cui il Buon Dio ci ha dotato: “la parola”.  <<Continuate il vostro lavoro, cari amici, importantissimo per tutta la comunità, evitando il più possibile motivi di frizione e disaccordo, abbiamo bisogno che operiate sinergicamente per migliorare la vivibilità del nostro territorio. Essendo più “anziano” (stavo per scrivere più antico)  spero vogliate prendere in considerazione il mio amichevole richiamo. Un abbraccio, Tonino Cavallaro.>>

 

 

Rappresentanza Sindacale Unitaria

Comune di Cassano All’Ionio

            Sig. Sindaco

p. c. Al Presidente della

Delegazione Trattante

 LORO SEDI

Oggetto: Delegazione Trattante.

Egregio Sindaco, è con grande rammarico che devo prendere atto della Sua indifferenza verso la rappresentanza sindacale unitaria, nonostante quest’ultima abbia prodotto almeno tre richieste di Delegazione Trattante. Le voglio ricordare che la sua noncuranza verso i lavoratori  ci risulta, quantomeno   incomprensibile, dato che   quei lavoratori  stanno continuando a profondere le loro energie per la collettività,  dando la possibilità all’A.C. di raggiungere obiettivi ragguardevoli  pur  essendo in una conclamata carenza di risorse umane.

E’ proprio di risorse umane e del loro inadeguato utilizzo, che vorremmo discutere in una riunione di Delegazione Trattante che ad oggi, non si capisce il perché non viene convocata. Eppure le problematiche sono tante ad esempio:

-Il contratto integrativo, ormai scaduto a dicembre 2011;

-Le indennità di rischio e disagio che devono essere necessariamente riviste alla luce delle ristrettezze di bilancio ed all’effettivo utilizzo del personale;

-Fondo salario accessorio 2012, evidenziando che comunque i servizi vengono assicurati anche al di fuori dell’orario di lavoro  superando, in alcuni casi,  le undici ore continuative di permanenza in servizio;

-Retribuzioni piani di lavoro e progetti obiettivi per attività espletate nel 2011;

-Sicurezza sul lavoro, problematica più volte sottoposta al Datore di Lavoro che non dispone di risorse finanziarie necessarie per adeguarsi alle perentorie normative per la sicurezza sul lavoro;

-Progressioni verticali;

-Un corretto utilizzo del personale secondo le proprie mansioni e con criteri di imparzialità;

-In ultimo ma  non di minore importanza  è la problematica dei lavoratori LSU-LPU il cui impiego deve essere necessariamente adeguato alle esigenze del comune, tenendo presente che và inevitabilmente attribuita la  categoria rispetto alle mansioni realmente espletate.

L’estate ormai volge al termine ed i pomeriggi infuocati lasciano spazio all’aria fresca di settembre, quell’aria fresca che spero Le suggerisca di voler finalmente prendere coscienza che è tempo di affrontare le problematiche appena accennate, al fine adeguare la macchina burocratica nell’interesse della collettività, dell’A.C. e dei dipendenti tutti. 

Cassano All’Ionio, 22/08/12

Il Coordinatore della RSU

  Giuseppe Rodilosso

 

 

Il Sindaco di Cassano All’Ionio replica alla nota non veritiera del coordinatore della RSU Giuseppe Rodilosso.

“Il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso replica alla nota del coordinatore RSU aziendale Giuseppe Rodilosso, prendendo le distanze da quanto frettolosamente e senza alcun fondamento ha affermato:
“Se non fosse per la giusta e corretta informazione che deve essere data ai cittadini ed ai dipendenti comunali, che svolgono con diligenza il proprio lavoro, la nota del coordinatore aziendale RSU non dovrebbe essere presa in considerazione – esordisce il primo cittadino – Infatti la stessa, oltre a contenere inesattezze e prevaricazioni, è anche offensiva dei ruoli del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale. Nella nota del coordinatore RSU sono contenute frasi e termini che appartengono a persone ineducate, che vengono censurate con grande ed assoluta determinazione. Dalla nota traspare il livore del coordinatore RSU che, avendo partecipato attivamente alla competizione elettorale della scorsa primavera, ancora, evidentemente, non ha digerito il risultato che gli elettori di Cassano All’Ionio hanno determinato. Lo stesso coordinatore RSU aziendale volutamente dimentica che nel corso del mese di luglio vi è stato un incontro – rivela il primo cittadino Giovanni Papasso – tra il Sindaco, l’assessore municipale al personale e l’intera RSU, in cui si è dibattuto non solo della questione inerente il personale, ma anche sulla riorganizzazione del “Palazzo”.In quella circostanza – chiarisce ancora il Sindaco – in maniera comune e condivisa, ci si è dato appuntamento al mese di settembre per avviare un colloquio ed un confronto utile a garantire i giusti diritti di tutti i lavoratori e per organizzare servizi efficienti e qualificanti per tutti i cittadini”.
Da qui lo stupore del Sindaco Giovanni Papasso alle affermazioni non veritiere contenute nella nota del coordinatore RSU Giuseppe Rodilosso. Eppure in queste prime settimane di sindaca tura forte è stato l’impegno del primo cittadino Papasso per le questioni sociali ed occupazionali del Comune e del territorio, a tal proposito, aggiunge il Sindaco di Cassano All’Ionio: “ Il coordinatore RSU non ha volutamente detto che il rappresentante istituzionale del Comune di Cassano All’Ionio, nelle scorse settimane, ha incontrato i vertici regionali, provinciali e comprensoriali dei sindacati Cgil-Cisl-Uil, con cui si è cordialmente confrontato sulle problematiche attinenti i lavoratori in Comune ma anche e soprattutto sulla questione sviluppo e lavoro. Tutto ciò è stato anche ripreso da tutti gli organi di informazione.
La nota, quindi, rappresenta un fulmine a ciel sereno – ribadisce il Sindaco – che nasconde in realtà insoddisfazioni personali che stridono con gli interessi generali. Molto probabilmente al coordinatore RSU, sig. Giuseppe Rodilosso,sono dispiaciuti i continui ed inevitabili richiami con cui è stato invitato a non debordare rispetto ai suoi compiti di lavoratore. Il coordinatore RSU, in più circostanze, infatti, ha cercato di assumere ruoli che non gli appartengono, ma che sono propri di un “amministratore”, rispetto ai quali è stato cortesemente invitato a non oltrepassare i limiti della decenza istituzionale.
All’Amministrazione Comunale non interessano le polemiche di bassa leva – chiarisce il Sindaco Papasso – bensì interessa il confronto civile, democratico ed educato. Se qualcuno pensa, come è avvenuto nel passato, che possano essere utilizzati ruoli sindacali per carriere personali si sbaglia grossolanamente. L’azione dell’Amministrazione Comunale sarà tesa all’interesse di tutti i lavoratori e non dei singoli personaggi. E’ arrivato il momento che anche nel palazzo le “Statue di sale” vengano abbandonate e ci si concentri sugli interessi di tutti e non dei pochi.
Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale tutta, anche per la cultura di cui sono intrisi, saranno sempre rispettosi dei lavoratori e dei loro ruoli. Si chiederà però loro un impegno serio, onesto e qualificato per corrispondere alle giuste attese della città.
Nelle prossime settimane – conclude il Sindaco,annunciando .- dopo aver rilanciato l’immagine del Comune di Cassano, tornato ad essere meta di numerosi turisti oltre che essere all’attenzione regionale e più, per aver rilanciato importanti questioni come sanità, ambiente, si concentreranno, in ossequi all’impegno assunto, per la riorganizzazione del Municipio e dare così dignità e diritti a tutti i lavoratori e per addivenire alle giuste e sacrosanti attese dei cittadini che reclamano servizi efficienti e qualificanti”
Cassano all’Ionio, lì 25 agosto 2012

Ufficio Stampa del Sindaco

< Precedente   Prossimo >