Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home
Skip to content
Una preghiera per Wilma PDF Stampa E-mail
Scritto da administrator   
sabato, 09 aprile 2011 06:41
ImageLe mie prossime giornate saranno molto tristi perchè ieri è volata in cielo un'anima candida come la neve e brillante come una stella. Amica da una vita, da quando io portavo i calzoncini corti e lei il grembiulino nero sulle vestine con la gonna a campana. Wilma Pellegrini ha lasciato ieri pomeriggio il mondo del dolore per raggiungere, senza dubbio alcuno, il posto che il Signore le aveva riservato nel più alto dei Cieli. Una partenza che sapevamo doveva giungere, la malattia che l’aveva aggredita  e contro la quale aveva combattuto, con grande coraggio e senza un lamento per anni, alla fine l’ha ghermita. Donna di “rare virtù”, si usava scrivere su vecchie epigrafi, ma credo che mai come per lei questa frase sia più azzeccata per descrivere la sua enorme capacità di donare agli altri serenità, calore umano, pace interiore.

Donna di Fede vera, profonda, vissuta, senza incertezze ma con grande umiltà. Ieri quando ho appreso la tristissima notizia, ho pregato ancora per Lei e la mia mente è volata via verso gli anni della mia e della sua giovinezza, quando recitavamo nelle commediole da noi stessi ragazzi scritte o quando ballavamo e cantavamo nelle “festine” organizzate in casa sotto gli sguardi amorevoli dei nostri genitori o quando si chiacchierava nelle lunghe notti d’estate sulle panchine della villa comunale, e poi..e poi..vennero gli anni della maturità, sposò un uomo splendido come lei,Tonino, mai connubio fu così perfetto, anch’egli amico indimenticabile.

Le mie poche e misere parole non possono descrivere tutto l'impegno che ella ha profuso in tutte le sue mansioni di mamma, di moglie, d'insegnante, di scrittrice e poetessa, di guida spirituale di tantissimi donne e uomini che ha condotto per mano sul "cammino" della Fede, della Speranza e della Carità, le tre virtù teologali che in lei erano profondamente radicate e che trasparivano in ogni atto del suo vivere quotidiano. Io posso solo indicarla ad esempio per me stesso e per tutti coloro che cercano una luce da seguire nell'irto e difficile percorso della vita.

Grazie Wilma per l'amicizia e l'affetto fraterno che mi hai regalati, non ti dimenticherò mai. Ora, certamente, avrai già incontrato il tuo adorato Tonino che, tenendoti per mano, t’ha accompagnata nell’angolo più verde e più luminoso del Paradiso.

 

< Precedente   Prossimo >