Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow l'Opinione arrow Laghi di Sibari? I don't know
Skip to content
Laghi di Sibari? I don't know PDF Stampa E-mail
Scritto da A.Cavallaro   
venerdý, 21 agosto 2009 19:39

La mappa del Sole 24Ore
La mappa del Sole 24 Ore
Sul “Sole 24 Ore” di ieri 20 agosto, nelle pagine economiche si dava risalto, con un titolo a 6 colonne, al fatto che quest'estate sono stati presi letteralmente d'assalto i porti turistici italiani. In prima pagina campeggiava una cartina dell'Italia riportante le località dotate di approdo turistico. Nel corpo dell'articolo si faceva rilevare come in alcuni siti (vedi Capri) venivano addirittura rifiutate le richieste di approdo. In questa mappa dedicata agli appassionati di nautica da diporto brillava per la sua assenza il nostro approdo “Sybaris Marine” altrimenti detto “Laghi di Sibari”. Ma come, con i suoi tanto decantati 2300 posti-barca non dovrebbe essere uno dei più grandi del Mediterraneo? Come mai è stato dimenticato dall'autorevole organo di stampa? (cliccare quì per la mappa in formato grande) 

 Sulla Gazzetta del Sud di oggi, invece, Gianpaolo Iacobini, purtroppo, non ci relaziona su improbabili assalti all'approdo, ma semplicemente dà notizia dell'elezione per "acclamazione" del presidente dell'associazione degli utenti dei Laghi nella persona del sig. Masotina. Prescindendo dal fatto che le “acclamazioni” sanno molto di stantìo e di scarsa regolarità, (ma non si scambi questa osservazione per un'eventuale insoddisfazione per l'elezione del Masotina) , le due notizie hanno poco a che vedere l'una con l'altra, mentre con la prima apprendiamo del rilancio della nautica, con la seconda siamo informati dell'elezione di un presidente di un condominio. Ma se i “Laghi dfi Sibari” sono ignorati dalla stampa che conta un motivo ci deve pur essere. Vediamo intanto di capire se esiste un'autorità portuale nel nostro bistrattato porticciolo, perchè, di norma, in tutti i porti presenti sulla mappa del “Sole 24 Ore” ci sono dei responsabili portuali che effettuano i controlli e fanno pagare i diritti di stazionamento che confluiscono nelle casse del pubblico erario. Nel “Sybaris Marine” non ci pare che esista qualcosa del genere, i natanti entrano in un'area privata attraverso un canale preesistente creato per il deflusso delle acque reflue della bonifica della piana di Sibari e reso navigabile senza autorizzazioni e interventi strutturali “ad hoc”, ormeggiano in una darsena privata a pagamento e nulla viene versato allo Stato (Regione). L'associazione dei proprietari che è interessata alla navigabilità del canale fa fuoco e fiamme perchè la Regione intervenga per sanare la situazione, dimenticando che la struttura è interamente privata, quindi come potrebbe un qualsiasi ente pubblico intervenire nella faccenda?

Qualche annetto addietro la Regione Calabria tempestata da richieste assillanti, sempre per lo stesso problema, stanziò una certa cifra che si guardò bene però di destinare alla navigabilità degli Stombi, la concesse al Comune di Cassano che poi, sotto la propria responsabilità impiegò per eliminare, solo momentaneamente, l'insabbiamento. Appare chiaro ora perché l'importante quotidiano nazionale non tiene conto della struttura sibarita. Ci sono buoni motivi per credere che finché persisterà la natura completamente privatistica del Centro nautico, nessun ente pubblico potrà intervenire in modo definitivo e risolutivo.

Ma sono fatterelli di casa nostra, dove l'interesse privato continua a prevalere sull'interesse collettivo e poi si parla di legalità. Si cominci, ognuno per il proprio ruolo, a non prevaricare sempre sugli altri forse si potrà vivere più tranquilli e nell'interesse di tutti e chissà forse, magari fra qualche anno, anche i Laghi saranno presi letteralmente d'assalto dalle migliaia di appassionati di nautica italiani e stranieri.

(cliccare qui per l'articolo della Gazzetta)

< Precedente   Prossimo >