Skip to content

Sibari

Narrow screen resolution Wide screen resolution Increase font size Decrease font size Default font size    Default color brown color green color red color blue color
Advertisement
Vi Trovate: Home arrow Arte arrow Grande Jazz a Castrovillari
Skip to content
Grande Jazz a Castrovillari PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
domenica, 19 luglio 2009 08:14
Danilo Rea
Danilo Rea
Dopo la fantastica inaugurazione affidata al vulcanico Stefano Bollani con il progetto “Carioca”, sarà un altro incredibile pianista italiano il protagonista del secondo appuntamento del Peperoncino Jazz Festival 2009, manifestazione culturale giunta alla sua 8° edizione, diretta artisticamente da Sergio Gimigliano e organizzata dall’Associazione Picanto con il patrocinio della Regione Calabria e con il contributo dell’Assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza, dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, di varie amministrazioni comunali, di C.C.I.A.A. e Confindustria di Cosenza, AGIS e ANEC Calabria e di prestigiosi Sponsor privati, primi fra tutti La Pietra Srl, Il Borgo dei Piani de La Bruca e UBI Banca Carime.
In programma lunedì 20 luglio alle ore 22.00 nel suggestivo scenario del Chiostro del Protoconvento di Castrovillari, il concerto vedrà sul palco DANILO REA, unanimemente considerato uno dei portavoce del jazz italiano nel mondo e uno dei migliori pianisti jazz del panorama europeo (come dimostrano le collaborazioni con Lee Konitz, Bob Berg, Billy Cobham, John Scofield, Toots Thielemans Randy e Michael Brecker ecc.) e, al contempo, musicista ricercatissimo anche in ambito pop, sia nelle sale di incisione che nei concerti dal vivo (è da più di dieci anni il pianista di fiducia di Mina e collabora assiduamente anche con Claudio Baglioni, Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Renato Zero, Adriano Cementano e tanti altri).  Di formazione classica (diplomato presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma), il suo debutto come pianista jazz risale al lontano 1975 quando, insieme ad Enzo Pietropaoli e a Roberto Gatto, costituì lo storico Trio di Roma. Oltre a far parte del quintetto di Giovanni Tommaso e dei Lingomania (gruppo capitanato dal sassofonista e compositore Maurizio Giammarco), sin dal 1997 ha militato, insieme ad Enzo Pietropaoli e a Fabrizio Sferra, nei Doctor 3, con cui ha registrato vari dischi che hanno riscosso enorme successo di pubblico e critica (tra cui “The Tales of Doctor 3”, premiato come Miglior Disco di Jazz italiano nel Top Jazz del 1998 e “The Songs Remain the Same”, premiato come Miglior Disco di jazz italiano da Musica & Dischi nel 1999, anno in cui il gruppo si è affermato anche come “Miglior Gruppo” nella classifica del "Top Jazz" della prestigiosa rivista “Musica Jazz”). Il talentuoso pianista vicentino (romano d’adozione), in occasione della prima delle due tappe castrovillaresi del festival più piccante d’Italia (la seconda, realizzata in collaborazione con la terza edizione di Suoni, in programma il prossimo 29 luglio, vedrà sul palco il trio WASABI con ospite il grandissimo trombettista CUONG VU), darà un saggio della sua abilità di improvvisatore nell’affrontare il songbook di uno dei cantautori italiani più amati di sempre: Fabrizio De André.  In occasione dei dieci anni della sua morte, Rea proporrà tutti i più famosi successi del cantautore genovese, da La Canzone di Marinella a Bocca di Rosa, da Il Pescatore ad Amore che vieni, Amore che vai; capiremo, così, come il linguaggio jazzistico riesca ad applicarsi, quando il musicista è di alto livello, ad un repertorio ad esso del tutto estraneo.   Alla fine del concerto, fortemente voluto dall’Assessore al Turismo e Spettacolo del Comune di Castrovillari, Ing. Umberto Malagrinò e da tutta l’amministrazione comunale, e realizzato con il fondamentale contributo della Pollino Gestione Impianti presieduta dal Dott. Vittorio Cerbini e con il sostegno dell’Hotel Astj, come da tradizione del Peperoncino Jazz Festival, verrà dato spazio alla degustazione (a cura della FISAR - Delegazione di Cosenza coordinata da Tommaso Caporale) di un ottimo vino calabrese prodotto dalle cantine Serracavallo: il Terraccia (Valle del Crati IGT).Ingresso Concerto + Degustazione: 10 euro
< Precedente   Prossimo >